Danzare, cantare, recitare e tutte le altre forme d’arte migliorano la salute: lo conferma l’OMS

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ballare, cantare, scrivere, recitare sono attività che fanno bene alla salute, lo conferma l'OMS evidenziando l'importanza dell'arte nella vita di tutti.

Molte persone sanno per esperienza quanto ballare, cantare, scrivere, recitare, creare, siano attività che producono un senso di benessere generale, basta provarci per accorgersene! E ora un rapporto pubblicato dall’OMS lo conferma, evidenziando che il benessere emotivo suscitato da queste attività ha risvolti positivi anche sulla salute fisica.

Il rapporto ha preso in esame i tanti studi a tema condotti nel tempo, specificando che negli ultimi due decenni sempre più indagini si sono occupate di questo argomento, e oltre 3.000 hanno dimostrato che vedere e praticare forme d’arte, come appunto la danza, la recitazione, il ballo, la scrittura, aiuta a prevenire malattie e a restare in salute nel corso di tutta la vita, dall’infanzia alla vecchiaia, come ribadito dal direttore regionale dell’OMS per l’Europa, Piroska Östlin:

“Portare l’arte nella vita delle persone attraverso attività come ballare, cantare, andare a musei e concerti offre un ulteriore fattore su come possiamo migliorare la salute fisica e mentale “.

I benefici delle diverse forme d’arte

Per quanto riguarda i benefici delle diverse arti, il rapporto evidenzia che il teatro, per esempio, facilita negli adolescenti delle aree urbane un processo decisionale responsabile, migliorandone il benessere e riducendo l’esposizione alla violenza. D’altra parte la lettura serale di una storia ai bambini, li aiuta a dormire più a lungo e a concentrarsi meglio a scuola.

Per quanto riguarda la salute, il rapporto evidenzia che l’ascolto di musica e il praticare attività artistiche di varia tipologia riducono gli effetti collaterali del trattamento del cancro, come sonnolenza, mancanza di appetito, insufficienza respiratoria e nausea.

Musica, artigianato e clown riducono l’ansia, il dolore e la pressione sanguigna sia nei bambini che nei genitori stressati.

La danza favorisce le funzioni motorie nelle persone con morbo di Parkinson. Il canto migliora l’attenzione, la memoria episodica e la capacità di esibirsi.

Inoltre secondo il rapporto le arti in generale aiutano a coinvolgere gruppi minoritari o difficili da raggiungere e non a caso, sempre più paesi stanno cercando di promuovere l’arte anche in ambito medico affinché i dottori stessi indirizzino i propri pazienti a svolgere delle attività di questo tipo.

Insomma, i benefici dell’arte sulla salute psico-fisica sono innumerevoli. Motivo in più per visitare musei, andare a ballare, dedicarsi alla pittura, ascoltare musica, leggere, scrivere o recitare.

Ti potrebbe interessare anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018. Appassionata di viaggi, folklore, maschere tradizionali. Si occupa anche di tematiche ambientali, riciclo creativo e fai da te. Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo". Nel 2018 ha dato vita a Mirabilinto, labirinto di meraviglie illustrate.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook