Alito cattivo? Come capirlo con questo semplice test che puoi fare anche a casa (che non è soffiare sulla mano)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Soffrire di alitosi potrebbe diventare un problema, oltre che una limitazione nei rapporti sociali. Scopriamo come capire se si ha l’alito cattivo in modo semplice e veloce

Se hai un sapore strano in bocca o hai mangiato un pasto particolarmente speziato, potresti avere l’alito cattivo. Oltre che dal cibo, però, questa condizione può essere il segnale di un disturbo, anche se a volte può essere difficile capire se si ha l’alitosi.

Fortunatamente, gli esperti della Oral Health Foundation hanno rivelato un semplice test, che puoi fare anche a casa, e che rivelerà se il tuo respiro è un po’ maleodorante

Ecco cosa devi fare:

  • lecca l’interno del polso
  • annusalo e se ha un cattivo odore, puoi essere abbastanza sicuro di avere l’alitosi.

Leggi anche: Queste abitudini apparentemente sane danneggiano la tua salute orale

Alitosi: cause e rimedi

Ci sono varie cause di alitosi, tra cui mangiare o bere cibi e bevande dall’odore forte o piccante.

Tale condizione, però, potrebbe presentarsi anche in caso di problemi ai denti o alle gengive; questi possono includere malattie gengivali, carie o infezione.

Anche la dieta drastica e il fumo possono avere un impatto, così come alcune condizioni mediche come tonsillite, reflusso e secchezza delle fauci.

Il modo migliore per assicurarsi di non avere l’alito cattivo è tenere puliti i denti, la lingua e la bocca.

Ecco le 8 cose che devi fare per combattere l’alitosi:

  1. lavare delicatamente i denti e le gengive almeno due volte al giorno per due minuti
  2. usare un dentifricio al fluoro
  3. pulire delicatamente la lingua una volta al giorno usando un raschietto per lingua o un detergente
  4. pulire tra i denti con spazzolini interdentali o filo interdentale almeno una volta al giorno
  5. sottoporsi a regolari controlli dentistici
  6. provare a usare un collutorio antibatterico o un dentifricio
  7. evitare di fumare.

Oltre a questo, i medici consigliano di evitare cibi e bevande zuccherate, e di sciacquare la bocca con acqua subito dopo il lavaggio dei denti. In più, è consigliato anche usare uno spazzolino delicato per evitare il sanguinamento delle gengive.

Se il problema non migliora in poche settimane, è bene fissare un appuntamento con un dentista.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube 

Fonte: Oral Health Foundation

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook