Struffoli napoletani: la ricetta tradizionale che porta bontà e allegria in tavola a Natale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Squisite palline dolci fritte e immerse nel miele. A Napoli non è nè Natale nè Carnevale senza struffoli (ma anche mostaccioli e roccocò...)

Struffoli fritti! Squisite palline dolci fritte e immerse nel miele. A Napoli non è Natale senza struffoli (ma anche mostaccioli e roccocò…), quell’esplosione di gusto che fa tornare bambini ogni volta che si mangiano, dorati e variopinti da codette dai mille colori, i “diavulilli” come diciamo qui, e canditi di frutta.

Gli struffoli sono un bel dolce da portare in tavola durante le feste, ma anche uno splendido e originale regalo da preparare con le vostre manine per gli amici. Per me è l’appuntamento annuale con la sapienza di mia madre, con le sue mani tuttofare, con l’amore che ha per noi.

Ecco la ricetta di famiglia e le istruzioni da seguire se volete preparare a casa gli struffoli napoletani.

Leggi anche: STRUFFOLI NAPOLETANI: LA RICETTA ORIGINALE E 10 VARIANTI

Ingredienti per gli struffoli, ricetta di famiglia

  • 5 uova bio
  • 5 cucchiai di zucchero di canna
  • 5 cucchiai di anice o di liquore Strega
  • 5 cucchiai di olio
  • 5 etti di farina bio
  • un pizzico di sale
  • per assemblare: 350 gr di miele, 200 gr di zucchero, 5 cucchiai di acqua

Preparazione degli struffoli, ricetta di famiglia

Disporre la farina a fontana e porre al centro tutti gli ingredienti. Mescolare ben bene fino a ottenere un impasto liscio. Lasciare riposare un paio di ore, poi riprendere l’impasto e staccare delle piccole porzioni e formare dei bastoncini. Tagliare a tocchetti e friggerli in olio abbondante.

Per assemblare, mettere il miele e lo zucchero in una pentola capiente (dovrà contenere poi tutti gli struffoli) con i 5 cucchiai di acqua. Lasciare sciogliere sul fuoco finché non si ottiene uno sciroppo color oro. Togliere dal fuoco e versarvi gli struffoli mescolandoli per bene. Versare quindi su piatto di portata dando forma a cupola o a ciambella. Decorare con confettini, ciliege candite scorzette d’arancia , cedri e sbizzarritevi con la fantasia.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook