Sale aromatizzato al finocchietto: lo preparo così ed è perfetto per arricchire le pietanze o come idea regalo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Voglia di preparare un sale aromatizzato davvero particolare? Prova quello al finocchietto. Realizzarlo in casa è davvero semplicissimo. Puoi personalizzare la ricetta come più preferisci aggiungendo magari altre piante aromatiche, perché no

Il sale è uno dei condimenti che più si utilizzano in cucina, ma mai provato quello aromatizzato? In commercio se ne trovano di tutti i tipi: al limone, alla lavanda, al peperoncino, alla salvia. Perché però acquistarlo quando lo si può realizzare in casa e personalizzarlo come più si desidera? Noi ti proponiamo la ricetta del sale aromatizzato al finocchietto.

Farlo è davvero semplicissimo e darà una spinta in più ai piatti che servirai sulla tua tavola, ma non solo. Il sale aromatizzato al finocchietto è un’idea regalo molto carina, perfetta per qualunque ricorrenza. Per preparare questo sale ti servirà del finocchietto, un’occasione in più per passeggiare nel verde alla ricerca di questa ombrellifera. Scegli le piante che si trovano lontane dal ciglio della strada e attenzione a non confonderle con la ferula o finocchiaccio.

Ingredienti

Per preparare il sale aromatizzato al finocchietto avrai bisogno solamente di due ingredienti:

  • 500 g di sale grosso o fino
  • ciuffi di finocchietto

Preparazione

Lava in modo accurato i ciuffi di finocchietto e asciugali con l’aiuto di un panno, tamponandoli deliacamente. In un mixer disponi i ciuffi e il sale e frulla il tutto fino a quando gli ingredienti non si saranno amalgamati.

A questo punto dovrai fare asciugare il sale. Puoi affidarti all’essiccatore, se ne disponi uno, utilizzare il forno oppure far asciugare il sale all’aria e al sole. In quest’ultimo caso ci vorrà naturalmente più tempo. Qualora decidessi di usare l’essiccatore, la temperatura consigliata è di 40°.

Per il forno basterà invece preriscaldarlo e disporre il sale su una teglia rivestita di carta forno. Imposta una temperatura bassa, circa 80°, e controlla dopo una mezz’ora che non sia più umido. Una volta pronto, conservalo in un barattolo di vetro o un contenitore ermetico per preservare il suo aroma.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Facebook