Marmellata di mandarini: la ricetta per preparare una confettura dal profumo inebriante, senza sprecare le bucce

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Come preparare in poche mosse una deliziosa confettura di mandarini, la conserva invernale che non può mancare nella tua dispensa

Come preparare in poche mosse una deliziosa marmellata di mandarini, la conserva invernale (e zero sprechi) che non può mancare nella tua dispensa

In questo periodo dell’anno gli agrumi sono tornati ad essere protagonisti sulle nostre tavole. Oltre ad essere deliziosi, sono fonte di vitamina C, antiossidanti e sali minerali e ci aiutano a rafforzare il nostro sistema immunitario nei mesi più freddi. Arance e mandarini si prestano benissimo alla preparazione di varie ricette, ma quella che forse le batte tutte è la confettura, perfetta da spalmare sul pane o sulle fette biscottate a colazione o per guarnire crostate e altri dolci. Scopriamo come preparare una gustosissima marmellata di mandarini.

La ricetta che vi proponiamo prevede anche l’uso delle bucce e non ha bisogno di zucchero bianco. Siamo sicuri che il suo profumo vi inebrierà!

Leggi anche: Bucce di mandarino: dalle scorze 10 rimedi per i piccoli problemi di salute

Ingredienti (per 3 barattoli da 250 grammi)

  • 1 chilo di mandarini biologici
  • 500 gr zucchero di canna
  • succo di un limone

Preparazione

Rimuovete il peduncolo dai mandarini e lavateli per bene. Versate dell’acqua in una pentola capiente e riempitela fino a metà e mettetela sul fuoco. Appena l’acqua avrà iniziato a bollire, aggiungete i mandarini (con tutte le bucce) e fate cuocere a fiamma dolce per circa mezz’ora. Spegnete la fiamma e fate scolare  i mandarini, disponendoli sul tavolo su un canovaccio. Quando saranno diventati tiepidi tagliateli  i due e spremeteli con uno spremiagrumi, avendo cura di rimuovere i semi.

Adesso inserite le bucce in un frullatore (in alternativa potete usare un mixer ad immersione) e azionatelo fino ad ottenere un composto cremoso. Dopo di che versate questa crema nella pentola, aggiungete il succo che avete preparato precedentemente e infine lo zucchero di canna. Accendete la fiamma e mescolate di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. 

Cuocete la marmellata per circa 40 minuti a fiamma dolce. Per capire se è pronta, fate cadere un po’ di marmellata su un piatto che è stato in freezer un paio di minuti. Se raffreddandosi si rapprende, significa che non ha bisogno di ulteriore cottura.

Una volta pronta la vostra marmellata, non resta che trasferirla ancora calda nei barattoli di vetro precedentemente sterilizzati. Chiudeteli con i tappi e capovolgeteli fino a quando il composto non sarà diventato tiepido. A questo punto girateli e conservateli in dispensa. La confettura di mandarini fatta in casa può essere conservata fino a 4 mesi. Ma se aprite il barattolo bisogna conservarla in frigo e consumarla entro tre giorni.

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Buon appetito!

Ti potrebbero interessare anche queste confetture e marmellate:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook