Confettura di mele cotogne senza zuccheri, un concentrato di antiossidanti nel tuo frigorifero

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Bastano solo tre ingredienti per preparare la confettura di mele cotogne, una delle conserve autunnali più amate 

Bastano solo tre ingredienti per preparare la confettura di mele cotogne, una delle conserve autunnali più amate 

È iniziato il tempo delle mele… cotogne! Dolce e nutriente, questo frutto autunnale dalle mille proprietà e dal sapore leggermente acidulo si presta benissimo alla preparazione di una deliziosa confettura. La conserva a base di mele cotogne è una di quelle “ricette della nonna”, il cui profumo riesce a riportarci alla nostra infanzia. La ricetta classica prevede lo zucchero, ma quella che vi proponiamo è una versione meno calorica (dove lo zucchero viene sostituito dal dolcificante naturale stevia), ma ugualmente buonissima.

Prepararla è un gioco da ragazzi e siamo sicuri che la amerete sulle fette biscottate a colazione. Potete usarla anche per farcire crostate e biscotti fatti in casa.

Leggi anche: Confettura di lamponi senza zucchero: la conserva perfetta da preparare in vista dell’autunno

Ingredienti

  • 1 kg di mele cotogne
  • 60 gr di stevia
  • 1 limone bio

Preparazione 

Per prima cosa lavate per bene le mele cotogne. Tagliatele a pezzetti senza rimuovere la buccia e mettetele in una pentola. Aggiungete un po’ d’acqua fino a coprire i pezzi di frutti e spremete il succo di un limone. Adesso fate bollire a fuoco medio per circa 20 minuti, mescolando continuamente con un mestolo di legno, fino a quando le mele cotogne non si saranno ammorbidite. Una volta cotte, sgocciolatele e fruttale con un mixer ad immersione. Aggiungete la stevia e mescolate. Fate cuocere nuovamente a fuoco lento per un’altra mezz’ora, mescolando di tanto in tanto fino a quando la confettura non avrà raggiunto una consistenza più densa. Quando sarà pronta, trasferite la confettura ancora tiepida nei vasetti di vetro, sterilizzati in precedenza. Chiudete i barattoli ermeticamente e disponeteli su un tavolo a testa in giù, affinché si formi il sottovuoto.

Potete conservare la vostra confettura fatta in casa per circa tre mesi. Ma una volta aperti i barattoli, conservatela in frigo e consumatela nel giro di quattro giorni.

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Potrebbero interessarti anche queste ricette di marmellate e confetture:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook