Confettura d’anguria senza zucchero: la ricetta per farla in casa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ecco come preparare una deliziosa e dolcissima confettura di anguria, utilizzando solo gli zuccheri presenti nella frutta

Scopriamo insieme come preparare una deliziosa e dolcissima confettura di anguria, utilizzando solo gli zuccheri presenti nella frutta e senza aggiungerne altri. 

L’anguria è uno dei frutti simbolo della bella stagione – colorato, dissetante e ricco di fibre e sali minerali. Il suo gusto dolce ci fa tornare immediatamente alla mente le giornate al mare o i picnic con gli amici. Ma sarebbe possibile ‘intrappolare’ il suo inconfondibile sapore e tornare a gustarlo anche nei mesi invernali, quando la calura di questi tempi sarà solo un ricordo? Certo che sì, preparando questa ottima confettura (senza zucchero)!

La preparazione della confettura di anguria è molto semplice, ma è importante seguire sempre i nostri consigli sulla sanificazione e pastorizzazione dei barattoli, perché ci sono dei passaggi da effettuare che rendono sicure le conserve fatte in casa.

(Leggi anche: Confettura di melone fatta in casa senza zucchero aggiunto)

Ingredienti:

  • 1 kg di anguria
  • Polpa di una mela
  • Succo di metà limone

Preparazione:

  • Per ottenere una confettura sufficientemente dolce è importante scegliere un’anguria ben matura e saporita, dalla polpa compatta e dal colorito acceso. Dopo aver tolto la buccia e la parte più bianca della polpa (quella meno saporita), tagliate la polpa a tocchetti e passatela nel passaverdure, in modo da rimuovere i semini.
  • Aggiungete al succo di anguria appena estratto il succo del limone e la polpa della mela grattugiata, e lasciate cuocere a fuoco basso per 35-40 minuti circa, girando spesso con un cucchiaio di legno. L’aggiunta della mela, preferibilmente con la buccia, vi aiuterà ad addensare il composto accorciando così i tempi di cottura.
  • Dopo la cottura, frullate la frutta con un mixer ad immersione: in questo modo otterrete una confettura liscia, omogenea e senza pezzetti di frutta.
  • Versate poi la confettura ancora calda nei vasetti sterilizzati e chiudeteli con tappi ermetici. Per fare in modo che i vasetti si sigillino e che la marmellata si conservi per molti mesi, girate il vasetto a testa in giù per far fuoriuscire l’aria.

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook