Sconnessi Day: disconnettiamoci da internet per riconnetterci alla vita reale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il 22 febbraio si celebra lo Sconnessi Day, una data dedicata alla necessità di staccare per un po' dai nostri cellulari e in qualche modo evitare dipendenze dalla tecnologia.

Riuscireste a rimanere senza internet e senza smartphone almeno per un giorno o per un fine settimana? Essere connessi alla rete ha grandi vantaggi dal punto di vista delle informazioni sempre a portata di mano provenienti da qualunque parte del mondo, ma ci sta aiutando davvero a comunicare meglio con gli altri?

A volte l’uso eccessivo di internet e dello smartphone rischia di creare un certo distacco nelle relazioni interpersonali durante la normale vita quotidiana. Quante volte vi è capitato di andare al ristorante e di vedere molte persone impegnate a guardare il cellulare invece di conversare tra loro?

Il progresso della tecnologia può avere sia lati positivi che lati negativi. Alcuni psicologi hanno iniziato ad evidenziare determinati disturbi legati all’uso eccessivo di internet e degli smartphone, tra cui il timore di perdersi gli ultimi aggiornamenti online e la tendenza ad uscire meno di casa per trascorrere del tempo a navigare sul Web, problema che è diventato sempre più palese in questi due anni in cui siamo stati costretti a dare un taglio alla nostra vita sociale, causa pandemia.

Alcune persone hanno iniziato a rendersi conto che passare troppe ore davanti allo schermo e a cercare informazioni su internet non è esattamente il modo più adatto e benefico per scacciare la noia, dato che esistono molte attività alternative per divertirsi e soprattutto per stare in compagnia.

Ecco allora che si inizia a parlare di una vera e propria tribù urbana che sceglie di rimanere disconnessa dalla rete.

Si tratta di persone che hanno deciso di smettere di controllare compulsivamente le email e gli ultimi aggiornamenti su Facebook, Instagram e Tik Tok e di riappropriarsi del proprio tempo da trascorrere all’aria aperta, con gli amici, facendo sport, giocando con i figli, passeggiando in un parco o semplicemente leggendo un libro.

Non si tratta di rinunciare allo smartphone ma di ridurre la dipendenza dalla connessione al Web, di inviare messaggi e fare chiamate solo quando è davvero necessario.

Il rischio è che l’eccessiva dipendenza da internet e dallo smartphone renda più difficile incontrarsi, conversare faccia a faccia, trascorrere del tempo all’aria aperta o con gli amici senza avere sempre il cellulare in mano.

La rete, i computer e gli smartphone sono degli strumenti al nostro servizio, sono senza dubbio molto utili ma nello stesso tempo non ne dobbiamo diventare schiavi.

Esiste sempre una giusta via di mezzo nell’utilizzo di qualsiasi tipo di strumento, smartphone e internet compresi, non credete?

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Editoria e Giornalismo, scrive per greenMe dal 2016, sempre pronta a nuove sfide, curiosa e del mondo green.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook