Pediofobia, l’incontrollabile paura delle bambole: cos’è, cause e sintomi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Avete mai sentito parlare di pediofobia? Si tratta dell'incontrollabile paura delle bambole, scopriamo cos'è, cause e sintomi

Sta per finire investito, la mamma lo salva

Normalmente le bambole suscitano tenerezza, ma a qualcuno procurano una terribile paura. Se vedendole, o anche solo immaginandole, capita anche a te di provare particolare disagio e avversione nei loro confronti, potresti soffrire di pediofobia. Vale a dire la fobia delle bambole.

Scopriamo nello specifico di cosa si tratta, quali sono le cause, i principali sintomi e se può essere trattata.

Pediofobia: cos’è

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lilly Frank 🇮🇹 (@lilly_frank__)


La pediofobia è la paura ossessiva e irrazionale delle bambole, correlata a un’altra fobia simile, l’automatonofobia, che riguarda automi, robot, statue di cera.

Diffusa soprattutto tra i bambini, può persistere anche in età adulta. Il timore è associato spesso all’idea che la bambola possa muoversi o che ci osservi. L’aspetto ambiguo delle bambole, che sembrano umane ma non lo sono, le rende infatti particolarmente inquietanti. E maggiore è la verosimiglianza, più aumenta la repulsione.

Certo, le bambole suscitano inquietudine a numerose persone, la differenza è che chi soffre di pediofobia ne è totalmente terrorizzato, a tal punto da evitarle in qualunque modo.

Pediofobia: cause


Quali sono le cause? Secondo quanto riporta Healthline, la pediofobia può essere innescata da leggende e film dell’orrore che hanno per protagoniste bambole dall’aspetto inquietante, oppure da eventi traumatici correlati alle bambole.

Pediofobia: sintomi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Angelo Pirellas (@angelopirellas)


Chi soffre di pediofobia, tende a evitare tutti i luoghi dove ci sono bambole, inclusi i negozi di giocattoli.

Inoltre vedendole, e a volte anche solo immaginandole, può manifestare diversi sintomi tra cui:

  • brividi e tremori
  • difficoltà nella respirazione
  • forte angoscia
  • sudorazione eccessiva
  • nausea
  • battito accelerato
  • attacchi d’ansia o di panico

I bambini spesso manifestano la paura piangendo. In ogni caso, se la fobia interferisce con le normali attività quotidiane e crea particolare disagio, è sempre opportuno rivolgersi a un professionista per individuare il migliore trattamento, a seconda delle specifiche necessità.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Altre fobie insolite:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018. Appassionata di viaggi, folklore, maschere tradizionali. Si occupa anche di tematiche ambientali, riciclo creativo e fai da te. Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo". Nel 2018 ha dato vita a Mirabilinto, labirinto di meraviglie illustrate.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook