Bonus Psicologo, contributi fino a 1500 euro dal prossimo anno: chi potrà richiederlo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Bonus Psicologo, nato per tutelare la salute mentale di chi non può permettersi sedute da uno specialista, potrà essere richiesto anche nel 2023 e nel 2024. Ma c'è una brutta notizia: i fondi stanziati non basteranno affatto per soddisfare le richieste

Alla fine, fortunatamente, il Bonus Psicologo è stato mantenuto. La misura, nata lo scorso anno con il decreto Milleproroghe, è diventato strutturale grazie a un emendamento del Pd appena approvato in Commissione Bilancio della Camera. La principale novità è che dal prossimo anno il contribuito previsto per ogni beneficiario sarà più del doppio: passerà, infatti, da un massimo di 600 euro a 1500 euro.

Naturalmente si tratta di un importante passo avanti a favore della tutela della salute mentale, a lungo sottovalutata nel nostro Paese.

L’approvazione annunciata del bonus psicologico, che diviene sostanzialmente un fondo strutturale, è una grande notizia per tutti i cittadini. Il provvedimento, che doveva esaurirsi con il 2022, viene mantenuto e rifinanziato nel 2023 e nel 2024. Il mio ringraziamento va a tutte le forze politiche che lo hanno sostenuto, ai parlamentari Pd che hanno presentato la proposta poi approvata e al Governo che ha condiviso questa necessità” – commenta David Lazzari, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine degli Psicologi – È fondamentale che l’attenzione ai bisogni psicologici dei cittadini sia un impegno trasversale a tutte le forze politiche.

Questo provvedimento, che speriamo potrà avere in futuro maggiori risorse, deve essere parte di un programma nazionale per il benessere psicologico e lo sviluppo della resilienza che passa per la scuola, la sanità, i servizi sociali e il mondo del lavoro.

A chi sarà destinato il contributo? Il meccanismo del Bonus psicologo dovrebbe essere lo stesso dello scorso anno. È stato confermato, infatti, il tetto dell’Isee pari ad almeno 50mila, condizione necessaria per richiedere il bonus.

Ma c’è un ma che non può essere tralasciato. Per il prossimo anno i fondi stanziati ammontano ad appena 5 milioni di euro, che saliranno a  8 milioni nel 2024. Si tratta di una cifra davvero irrisoria, se si considera che quest’anno le risorse stanziate arrivavano a 25 milioni di euro e soltanto 1 persona su 10 che ne ha fatto richiesta ha ottenuto il sostegno economico.

Insomma, la buona notizia è che il bonus è diventato strutturale, la cattiva che la platea dei beneficiari si ridurrà ulteriormente.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonti: PD/Ordine degli Psicologi

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook