Tumori: questa dieta mima digiuno per la glicemia può attivare le cellule “killer” contro il cancro. Lo studio italiano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Uno studio italiano conferma che una dieta ipoglicemizzante mima digiuno aiuta i pazienti oncologici ad affrontare meglio la malattia

Uno studio italiano conferma che una dieta ipoglicemizzante mima digiuno aiuta i pazienti oncologici ad affrontare meglio la malattia

Un nuovo studio italiano ha scoperto particolari che potrebbero essere di fondamentale importanza nella lotta contro il cancro: una dieta ipoglicemizzante e mima digiuno ripetuta per più cicli è ben tollerata e aiuta i pazienti oncologici ad attivare alcune cellule del sistema immunitario che aiutano a combattere i tumori.

La ricerca, pubblicata su Cancer Discovery, è stata condotta da un team dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano in collaborazione con l’Istituto Firc di Oncologia Molecolare (Ifom) e finanziata dalla Fondazione Airc.

Lo studio si è concentrato su un campione di 101 pazienti oncologici (con differenti tipologie di tumori) su cui è stata sperimentata una dieta ipoglicemizzante che prevedeva una restrizione calorica per alcuni giorni ogni 3-4 settimane. Una dieta mima digiuno che è stata ripetuta per più cicli per poterne valutare l’effetto sui pazienti.

I risultati hanno mostrato che questo tipo di dieta, che si è basata prevalentemente su cibi vegetali come pane integrale, verdura, frutta fresca e secca, olio extravergine d’oliva e altro (ma sempre in quantità limitate), è ben tollerata dai pazienti e mostra degli effetti positivi, ovviamente se fatta sotto supervisione medica.

Quali sono stati i benefici riscontrati? L’ha spiegato Claudio Vernieri, uno degli autori principali dello studio insieme a Filippo de Braud (alla ricerca ha partecipato anche Valter Longo):

Il risultato più rilevante di questo studio consiste nella scoperta che uno specifico schema di dieta ipoglicemizzante di 5 giorni, seguito ciclicamente (ogni 3-4 settimane), è stato ben tollerato da 101 pazienti oncologici. Inoltre in seguito a tale dieta, nei pazienti si sono attivate alcune cellule del sistema immunitario che hanno un ruolo importante nel riconoscere e uccidere le cellule tumorali.

Per arrivare ad affermare questo sono stati raccolti ed analizzati campioni di sangue prelevati ai pazienti prima di iniziare la dieta e 5 giorni dopo.

dieta mima digiuno ipoglicemica cancro studio

@Cancer Discovery

Come ha fatto sapere Licia Rivoltini del team di ricerca:

la dieta ipoglicemizzante aumenta la presenza nel sangue di cellule immunitarie ‘buone’ come i linfociti T citotossici e le cellule Natural Killer. Queste cellule sono potenzialmente in grado di riconoscere e uccidere le cellule tumorali. Al tempo stesso la dieta sembra ridurre le cellule immunitarie ‘cattive’ che aumentano l’infiammazione sistemica e impediscono a quelle ‘buone’ di funzionare in maniera adeguata.

E tutto questo senza effetti collaterali per i pazienti.

Non è la prima volta che uno studio mostra gli effetti benefici della dieta mima digiuno nei confronti del cancro e di come questa sia in grado di potenziare le terapie antitumorali standard. Un effetto che sarebbe dovuto proprio alla riduzione della concentrazione di glucosio nel sangue. Leggi anche: Dieta vegana e mima-digiuno ruolo chiave contro il tumore al seno: lo studio italiano.

Naturalmente, i risultati ottenuti con il nuovo studio andranno approfonditi e confermati su un campione più ampio di pazienti.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Cancer Discovery / Il Giorno

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook