Cosa succede ai tuoi occhi dopo aver bevuto anche solo un bicchiere di vino o una birra

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Piccole quantità di alcol possono compromettere la capacità del cervello di elaborare il movimento visivo, utile alla coordinazione occhio-mano.

Lite tra elefanti

Già solo una piccola quantità di alcol può compromettere la capacità del cervello di elaborare il movimento visivo, fondamentale per la coordinazione occhio-mano. Secondo i risultati di uno studio recente, insomma, basta pochissimo alcol per annebbiare la vista e compromettere alcune capacità come può essere guidare un’auto.

I ricercatori dell’Ames Research Center della NASA e della San Jose State University sono infatti giunti alla conclusione che proprio la vista sarebbe la prima facoltà ad andare in crisi dopo aver assunto anche poco alcol: a una persona di 75 Kg basterebbe mezza birra per perdere la coordinazione mani-occhi.

Leggi anche: I sorprendenti vantaggi di bere un bicchiere di vino rosso al giorno

Lo studio

Lo studio, pubblicato su The Journal of Physiology, è stato condotto somministrando piccole quantità di bevande alcoliche a un gruppo di volontari. I drink hanno innalzato il tasso alcolemico nel sangue delle persone sottoposte al test di una percentuale compresa tra lo 0,2 e lo 0,6% (ricordando che il limite legale per poter guidare in Europa è dello 0,5%) e, una volta che ai partecipanti al test l’alcol è entrato in circolo, si sono misurati con una serie di prove di coordinazione mani-occhi condotti usando uno speciale software e un controller simile a quello dei videogames.

Durante la fase del “gioco”, gli studiosi hanno preso in esame 21 parametri relativi ai processi neurologici e al movimento delle pupille: alcune di questi punti peggiorano con tasso alcolemico dello 0,015%, tre volte più basso di quello consentito dal codice della strada. Tutti i partecipanti al test erano studenti e studentesse di età compresa tra i 20 e i 30 anni, abituati a bere modeste quantità di alcol una o due volte a settimana.

L’esame di una serie di risposte del movimento oculare può essere utilizzato per rilevare una compromissione estremamente piccola della funzione neurale – ha detto Leland Stone, uno degli autori dello studio. Alcuni aspetti della funzione visiomotoria sono compromessi solo dopo una piccola quantità di alcol: un drink o meno per la persona media“.

Ciò significa che anche se ci sentiamo bene, il nostro livello di coordinazione occhio-mano potrebbe essere comunque compromesso.

Obiettivo della NASA era quello di capire come fattori esterni di vario tipo possano compromettere le facoltà neurologiche di individui sani, anche se in modo reversibile: i risultati di questo esperimento saranno utilizzati per stimare il decadimento delle capacità cerebrali causati da stress diversi, per esempio la stanchezza o un’alterazione della forza di gravità.

Fonte: The Journal of Physiology

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook