Perché c’è sempre la liquirizia nelle tisane del supermercato (verifica tu stesso le etichette)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Hai mai notato che nelle tisane e negli infusi del supermercato tra gli ingredienti vi è sempre la liquirizia? Scopriamo insieme quali sono i motivi dietro l'uso di questo ingrediente negli infusi e nelle tisane della GDO

La liquirizia o la ami o la odi. Il suo sapore dolciastro e il retrogusto amaro, infatti, la rendono un ingrediente abbastanza ambiguo.

Ma perché è spesso presente tra gli ingredienti delle tisane che compriamo al supermercato? Sì, perché se ti sei mai soffermato a leggere l’elenco degli ingredienti della tua tisana preferita, sicuramente avrai notato la presenza della liquirizia.

Leggi anche: Perché non dovresti mangiare la liquirizia dopo i 40 anni

Questa radice la si trova in diverse tipologie di infusi e tisane, da quelle snellenti a quelle digestive, ma perché?

La liquirizia, in realtà, viene utilizzata principalmente per due motivi:

  • arrotondare il gusto delle tisane: la liquirizia viene spesso utilizzata perché conferisce una nota leggermente amara e, al tempo stesso, dolciastra persistente. Molte volte non è l’ingrediente principale, ed è per questa ragione che sulla parte frontale della confezione non viene menzionata. Viene usata perché dà un twist in più al gusto generale della bevanda, in quanto la liquirizia ha la capacità di arricchire il sapore delicato e neutro delle altre erbe
  • per le sue proprietà: la liquirizia è usata sia in erboristeria sia nella medicina Ayurvedica poiché è ricca di flavonoidi dall’azione antinfiammatoria e antiossidante. In più, aiuta a migliorare le funzionalità del sistema digerente, ragione per cui la ritroviamo soprattutto nelle tisane digestive e drenanti. Tra le altre proprietà della liquirizia segnaliamo la sua funzione lenitiva, tonica ed espettorante.

Nonostante tutti i suoi benefici, è fondamentale ricordare di evitarne l’assunzione in caso di ipertensione poiché tra gli effetti collaterali vi è l’aumento della pressione sanguigna dovuta alla presenza dell’acido glicirretinico, ossia il principale principio attivo della liquirizia.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube 

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook