Leccare il coperchio dello yogurt è pericoloso?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quando mangiamo uno yogurt, indipendentemente che sia tradizionale o magari una variante vegetale, difficilmente rinunciamo a leccare il coperchio del vasetto. Ma questa abitudine ci espone a dei rischi?

Aprendo il nostro vasetto di yogurt, il più delle volte ci viene spontaneo leccare il coperchio su cui rimane sempre una piccola parte del prodotto, mentre c’è chi sceglie di raccogliere lo yogurt residuo con un cucchiaino.

Ma quali possono essere i rischi? Il dubbio che questa sia un’abitudine non esattamente sana viene se pensiamo che questo oggetto è spesso realizzato in alluminio e l’esposizione a tale sostanza – come è noto – può danneggiare la salute.

L’alluminio è infatti considerato neurotossico e dannoso, in particolare se l’esposizione supera un certo limite. L’assunzione eccessiva di alluminio danneggia, tra l’altro, il sistema nervoso e i bambini nell’utero.

C’è da dire però che l’alluminio presente nei coperchi dello yogurt è rivestito da un sottile strato di plastica che evita proprio che il metallo entri in contatto con il cibo.

Ma cosa succede se lecchiamo il coperchio o lo raschiamo con un cucchiaino?  Una piccola quantità di alluminio può effettivamente staccarsi ed essere ingerita, se lo strato di plastica viene danneggiato. Ad affermarlo è Benjamin Schiller dell’Ufficio investigativo chimico e veterinario di Stoccarda (CVUA). 

Non esistono però secondo l’esperto reali pericoli, dato che la quantità di alluminio rilasciata è così piccola che si può escludere qualsiasi danno per la salute.

L’unico rischio reale che corriamo è che gli spigoli vivi del coperchio possano graffiarci la lingua quando lo lecchiamo.

Anche lattine, tubi e altri imballaggi che utilizzano alluminio, sono rivestiti per evitare il contatto di questa sostanza con il cibo. Il rischio reale di un’esposizione eccessiva a questo metallo sussiste solo se alimenti salati o acidi vengono conservati o preparati in un foglio di alluminio convenzionale o in ciotole di alluminio non rivestite. Evitiamo dunque sempre di incartare i panini con l’alluminio.

Uno studio di cui vi avevamo parlato lo scorso anno, però, sottolinea una cosa fondamentale: ovvero che siamo esposti a più fonti di alluminio, anche se sempre a piccolissime dosi. Nel caso delle lattine, così come anche dei vasetti di yogurt, sarebbe meglio prediligere (e non solo per il discorso alluminio) quelli nei contenitori di vetro, magari chiusi con coperchi ricavati da altri materiali e non da alluminio. (Leggi anche: Scoperto nuovo effetto collaterale dell’alluminio sul cervello che ti farà smettere di bere direttamente dalla lattina)

Un’alternativa ancora migliore è quella di preparare da soli in casa il nostro yogurt. Leggi anche: Lo yogurt fatto in casa: buono, ecologico e dietetico

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok |   Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook