Digestione: 5 segnali da non sottovalutare che stai masticando il cibo nel modo sbagliato

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La corretta digestione parte dalla bocca prima ancora che nello stomaco, scopri se quando mangi mastici il cibo correttamente

La buona salute inizia dalla tavola, non solo da cosa mangi, ma anche da COME mangi: scopri i 5 segnali che ti dimostrano che devi prestare più attenzione al modo in cui mastichi il cibo.

Digerire bene è fondamentale per vivere bene tutta la nostra giornata. Mangiare troppo in fretta può portare un senso di pesantezza allo stomaco, o addirittura a non assimilare i nutrienti più importanti nel modo giusto. Come vedi, gustare il cibo che mangi è più importante di quanto avresti potuto credere.

Andiamo a scoprire i 5 segnali di una cattiva masticazione.

Puoi soffrire di acidità di stomaco

Se mastichi poco aumenti moltissimo le possibilità di avere acidità di stomaco. Questo perché la masticazione incentiva la produzione dell’acido idroclorico, fondamentale per un processo digestivo senza intoppi. Mangiare troppo velocemente non permette al corpo di produrre questo acido, il che, unito al cibo poco masticato, diventa una ricetta perfetta per l’acidità di stomaco.

Non assimili i nutrienti nel modo corretto

I macronutrienti necessari al nostro corpo per funzionare correttamente sono i carboidrati, le proteine e i grassi, che puoi immaginare come i materiali da costruzione per tutto il tuo corpo. Durante la masticazione, inizia il processo di scomposizione di questi macronutrienti nelle loro versioni più facilmente assimilabili dal nostro organismo, ovvero i monosaccaridi, gli amminoacidi e gli acidi grassi.

Questi nutrienti più “piccoli” vengono assimilati dall’intestino tenue, dove la maggior parte del processo di assimilazione avviene – ma se non hai masticato nel modo corretto i cibi, questo porta ad un minore assorbimento e di conseguenza uno stress sia fisico che mentale.

Puoi andare incontro a problemi digestivi

Durante il tragitto che il cibo fa dalla cavità orale verso l’intestino tenue, il nostro corpo secerne alcune sostanze cruciali per la digestione: il pancreas produce enzimi specifici per la digestione mentre la cistifellea produce la bile, entrambe mirate a scomporre ulteriormente il cibo e renderlo più facilmente assimilabile.

Tuttavia, queste sostanze arrivano fino ad un certo punto: se il cibo non viene ridotto in poltiglia dai denti, gli enzimi e la bile non riescono a garantire una corretta digestione. Tra gli effetti collaterali più comuni troviamo indigestione, gas e costipazione.

Mangi più del necessario

Se uno dei tuoi obiettivi è dimagrire – o semplicemente vuoi evitare di sentirti come se stessi scoppiando – mastica con più calma e attenzione. Mangiare troppo velocemente interferisce con la comunicazione all’interno del nostro corpo: il cervello non riesce a comunicare il senso di sazietà e quindi tendiamo a mangiare voracemente pur di saziarci.

Mangiare più del necessario, oltre che far guadagnare qualche chiletto innocuo, può dare problemi di indigestione e a lungo andare causare problemi ben più gravi come la sindrome metabolica, che causa

  • obesità
  • pressione alta
  • alti livelli di glucosio

Non vi sorprenderà sapere che, a loro volta, questi possono causare malattie cardiache, diabete o facilitare alcuni tipi di cancro. LEGGI anche: Se vuoi perdere peso prova ad applicare questo semplice trucco che ti stupirà

Non apprezzi ciò che mangi

Questo potrebbe sembrare un punto meno importante, ma è in realtà il primo passo per invertire la tendenza a mangiare troppo in fretta. D’altronde, per alcuni la salute potrebbe non essere un motivo sufficiente a ripensare le proprie abitudini.

Se ci pensi, però, uno dei tratti distintivi dell’italianità è saper apprezzare il cibo, non solo in quanto qualcosa di gustoso e delizioso, ma anche in quanto rituale emotivo e sociale. Quando si mangia con familiari o amici, è importante godersi il momento, e apprezzare i sapori è il primo passo per ritrovare la serenità e vivere davvero nel momento.

Soprattutto se qualcuno ha cucinato per te, il modo migliore per ringraziarli è gustare fino in fondo le pietanze servite…e magari lavare i piatti.

Qualche trucco per evitare di mangiare troppo velocemente

Durante gli orari lavorativi può essere difficile prendersi il tempo giusto per mangiare con calma. Ciò nonostante, impegnati a seguire questi piccoli consigli e sicuramente diventerà più semplice:

  • Per evitare indigestioni e altri problemi, mastica fino a quando il cibo raggiunge una consistenza simile a quella degli omogenizzati per bambini. In genere, ci vogliono dalle 20 alle 30 masticate per raggiungere questo risultato, ma non stressarti a contare, ricordati semplicemente che non devi fare fatica ad ingoiare e non dovresti aver bisogno di bere acqua per far scendere il boccone
  • Presta attenzione alle tue abitudini a tavola, osservando come alcune pratiche possono spingerti a mangiare troppo più velocemente. Ad esempio, all’inizio potresti evitare di guardare serie TV o video sui social mentre mangi, e concentrarti unicamente sul tuo pasto. Anche mantenere una postura dritta può aiutare con la masticazione.
  • Cerca di fare uno spuntino tra un pasto e l’altro, specialmente se sai già che arrivi affamatissimo a casa. Quando abbiamo una forte urgenza a nutrirci è molto più complesso mangiare con calma e gustarsi i sapori. Per questo, evita di arrivare troppo affamato al tuo prossimo pasto

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando in Letterature e Culture Comparate all'Università dell'Orientale di Napoli. Si occupa di letteratura, sport, cucina e ambiente, collaborando anche con una nota rivista letteraria partenopea.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook