Come conservare gli avanzi di Natale e mangiarli senza correre rischi di intossicazione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il cibo deve essere conservato correttamente in modo che possa essere gustato per un paio di giorni in più

Non conservare così l'avocado: è pericoloso

Il cibo deve essere conservato correttamente in modo che possa essere gustato per un paio di giorni in più

In questi giorni di festa abbiamo senza dubbio cucinato e mangiato molto di più del normale. Per quanto attenti, la necessità di accontentare ogni singolo palato e la convivialità inevitabile di cene e cenoni, quasi ci costringe ad acquistare davvero tanto. Spesso anche troppo. Col risultato che non tutto si consuma e molto rimane lì a riempire frigo e credenze e con il rischio che tanta roba si guasti.

Non tutto quello che consumiamo presenta però gli stessi rischi. Chi mangia carne, pesce, formaggi e uova deve prestare maggiore attenzione alla conservazione. Sono proprio le proteine di origine animale, infatti, i cibi che più facilmente si deteriorano e che possono farci incorrere in intossicazioni alimentari. E non solo, in questi casi gli sprechi alimentari sono dietro l’angolo.

Leggi anche: Avanzi di Natale: come vanno conservati e per quanto tempo possono rimanere in frigo

Vediamo allora come conservare al meglio la maggior parte delle cose che avete acquistato per Natale per poter riutilizzare eventuali avanzi delle nostre festività ed evitare sprechi.

La regola delle due ore

Tutti i prodotti deperibili devono andare in frigo entro due ore dall’uscita dal forno o dal frigorifero stesso. Dopo due ore, il cibo deperibile entra nella zona di pericolo, in cui i batteri possono moltiplicarsi rapidamente e rendere il prodotto pericoloso. Se gli alimenti sono stati lasciati fuori per più di due ore, gettali via per prevenire malattie di origine alimentare. La regola delle due ore include anche la doggy bag che avrete preparato per i vostri cari. 

I contenitori giusti

Usa contenitori piccoli e poco profondi: conserva il cibo avanzato in contenitori piccoli e poco profondi nel frigorifero o nel congelatore per un uso successivo. I contenitori poco profondi aiutano a raffreddare gli avanzi più rapidamente rispetto a conservarli in contenitori di grandi dimensioni. Ricordate di prediligere i contenitori in vetro.

Leggi il nostro articolo su come conservare correttamente gli alimenti in frigo.

Il congelamento

Congelare o consumare entro quattro giorni: se si desidera conservare gli avanzi più a lungo, congelarli entro un periodo di quattro giorni. I batteri dell’intossicazione alimentare, ad eccezione di Listeria ed epatite A, non crescono nel congelatore. Gli alimenti che sono stati nel congelatore per mesi (Ricorda questi 10 cibi è meglio non congelarli mai (soprattutto patate e riso )), possono essere secchi o non avere un sapore altrettanto buono. Se si conservano gli avanzi nel congelatore, la qualità sarà migliore entro due-sei mesi. 

Leggi il nostro articolo su come evitare gli sprechi in cucina: tutti i consigli per conservare i cibi a lungo

Scaldare i cibi

  • se usate il microonde, coprite e ruotate il cibo per un riscaldamento uniforme. Disponete gli alimenti in modo uniforme in un piatto di vetro o ceramica coperto adatto al microonde e aggiungere un po’ di liquido se necessario. Poiché le microonde hanno punti freddi, controlla la temperatura interna del cibo in più punti 
  • ricordare questi 5 alimenti da non scaldare mai nel microonde
  • per zuppe, salse e sughi meglio scaldarli portandoli a ebollizione sul fuoco. Non utilizzate pentole a cottura lenta per riscaldare

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook