Non basta sciacquare le pere, sono tra i frutti più contaminati dai pesticidi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Come sciacquare lavare correttamente le pere per rimuovere tracce di pesticidi, terra ed eventuali parassiti

Come sciacquare lavare correttamente le pere per rimuovere tracce di pesticidi, terra ed eventuali parassiti

È tempo di pere, uno dei frutti più amati in assoluto da adulti e bambini. Non tutti sanno, però, che le pere – così come le mele, le fragole e l’uva – rientrano tra la frutta contente più pesticidi, come rivelato da diverse analisi condotte sia in Italia che all’estero. La pera è stata, infatti, inserita al nono posto nella classifica La sporca dozzina 2021, realizzata negli Stati Uniti dall’Environmental Working Group, che ogni anno analizza frutta e verdura per valutare la presenza di pesticidi potenzialmente pericolosi che finiscono sulle nostre tavole.

L’ideale sarebbe sempre acquistare frutta biologica, di cui si conosce l’esatta provenienza. Ma, purtroppo, non è sempre facile reperirla. Quando non si tratta di pere bio, prima di fare una bella scorpacciata di pere è necessario, quindi, imparare a correttamente. Sciacquare la loro buccia sotto l’acqua corrente non basta per eliminare tracce di pesticidi, ma anche terra ed eventuali parassiti. Scopriamo come fare usando qualche rimedio naturale per consumarle con più serenità! 

Leggi anche: Pesticidi su frutta e verdura: non basta sciacquare, questi sono i migliori e più efficaci metodi per rimuoverli

Miscela di acqua e aceto di mele

Uno dei metodi più noti ed efficaci per rimuovere le tracce di pesticidi dalla frutta – ma anche dalla verdura – è il lavaggio con una soluzione a base di acqua e aceto di mele. Grazie a questo metodo naturale è possibile consumare le pere a cuor più leggero senza rinunciare alla buccia, ricca di fibre e flavonoidi. Basta riempire una ciotola capiente con acqua (preferibilmente tiepida), aggiungere l’aceto di mele e poi immergere le pere, precedentemente sciacquate. Vi consigliamo la proporzione 3oo ml di acqua e 1 ml di aceto di mele e di lasciare le pere in ammollo per 15 minuti prima di risciacquarle accuratamente con l’acqua del rubinetto e asciugare per bene. Per stare ancora più sereni, potete optare per lo stesso procedimento con le pere sbucciate. 

Miscela di acqua e bicarbonato di sodio 

Anche il bicarbonato di sodio è un ottimo alleato per eliminare tracce di pesticidi dalle pere e, in generale, da altra frutta come le fragole e le ciliegie. Si tratta infatti di un composto abbastanza alcalino, dallo straordinario potere igienizzante. Anche in questo caso il bicarbonato va miscelato con l’acqua (1 cucchiaio ogni litro d’acqua). Lasciate in ammollo le pere per 15 minuti e dopo utilizzate uno spazzolino delicato, con setole morbide, per pulirle profondità, avendo cura di non danneggiare la buccia. Dopo quest’operazione, non resta che risciacquare per bene sotto l’acqua corrente e asciugare le pere. Anche in questo caso, per pulirle più a fondo potete fare la stessa cosa dopo aver rimosso la buccia. 

La miscela a base di acqua e bicarbonato è indubbiamente una delle soluzioni migliori per lavare frutta e verdura, come confermato anche uno studio pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry, che ha confrontato l’efficacia di acqua naturale, una soluzione di candeggina Clorox e una soluzione di bicarbonato di sodio e acqua. Può sembrare strano, ma la soluzione di bicarbonato di sodio si è rivelata la più efficace nel rimuovere i residui di pesticidi sia sulla superficie che sotto la buccia delle mele.

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Journal of Agricultural and Food Chemistry

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook