Nigari: proprietà, benefici e come usare il cloruro di magnesio al di là del tofu

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il nigari, detto anche cloruro di magnesio o oro bianco è un tipo di sale, non raffinato, che si ottiene durante la produzione del più comune sale marino. Scopriamo tutti i suoi usi, proprietà e benefici.

Il nigari è un sale ottenuto dall’acqua di mare ed è considerato il caglio vegetale per eccellenza quando si prepara il tofu. Nello specifico è un sottoprodotto che si ottiene durante la produzione del normale sale marino da cucina. Si differenzia, però, da quest’ultimo in quanto è composto per il novantacinque percento da cloruro di magnesio. (Leggi anche: Magnesio: le 10 migliori fonti vegetali)

Cos’è il niagari?

Il sale nigari è un composto inorganico altamente solubile, che non subisce processi di raffinazione sintetici.

Ha un caratteristico sapore amaro-salato e si presenta sotto forma di scaglie bianche. Si fonde in modo fenomenale con il latte di soia, e funge da coagulante per tagliare il latte nella produzione del tofu

E’ consigliato alle persone che seguono una dieta vegetariana e vegana, ma anche a tutti coloro che amano o cercano nella propria cucina sapori nuovi, insoliti e ispirazioni esotiche.

Il nigari detto anche cloruro di magnesio è uno dei numerosi tipi di integratori di magnesio. Altri includono aspartato di magnesio, citrato di magnesio, gluconato di magnesio, glicinato di magnesio, lattato di magnesio, malato di magnesio, ossido di magnesio e solfato di magnesio.

Proprietà

Il sale di nigari è chiamato anche oro bianco perché è molto versatile; infatti, viene usato non solo in cucina. Un elemento molto importante e pregiato contenuto in questo sale marino è lo iodio, indispensabile per il buon funzionamento della tiroide, ma anche per la salute del cuore.

Il cloruro di magnesio, previene anche la depressione, e viene utilizzato nel trattamento delle malattie infettive. Contiene anche molto zinco, che a sua volta ha un effetto positivo sulla salute della pelle e cura vari tipi di cambiamenti, come l’acne. 

Questo sale ha anche proprietà antinfiammatorie e antibatteriche. Influisce positivamente sulla circolazione sanguigna e ritarda il processo di invecchiamento.

La maggior parte delle persone è abituata a usare il sale normale in cucina, ma vale la pena sottolineare come il sale nigari può essere una valida alternativa anche più salutare. 

Usi del cloruro di magnesio

Le persone usano principalmente questo composto come integratore, per aumentare l’assunzione di magnesio nella dieta, ma anche perché è efficace per trattare il diabete di tipo 2, l’ipertensione, l’osteoporosi e l’emicrania.

Ma il sale nigari è molto più versatile, e può essere utilizzato in vari ambiti. In cucina, ad esempio, è usato per produrre il tofu ma si può anche aggiungere ad altri alimenti oppure scioglierli in acqua. Poiché ha un sapore amaro, si consiglia di mescolarli con frutta o verdura, che ne allevieranno il gusto.

Questo sale è adatto anche per uso esterno, ad esempio per dei bagni terapeutici che fanno bene alla pelle. Ecco come farli a casa:

  • versa i cristalli di sale nigari nella vasca (circa 1-2 tazze)
  • aggiungi acqua tiepida e attendi fino a quando non si saranno sciolti
  • procedi con un bagno rilassante per 20-30 minuti.

Durante il bagno, sulla pelle possono verificarsi sensazioni di bruciore che di solito scompaiono dopo il risciacquo.

I bagni con il cloruro di magnesio sono consigliati perché questo composto viene facilmente assorbito dalla pelle e, quindi, gli effetti benefici si manifestano immediatamente.

Subito dopo, si consiglia di massaggiare con un olio o una crema nutriente, poiché il nigari può seccare eccessivamente l’epidermide.

Benefici

Alcune persone usano il magnesio per i suoi potenziali benefici per la salute, ma anche per:

  • dormire
  • migliorare l’umore
  • avere maggiore energia

La carenza di magnesio è rara nei soggetti sani, tuttavia, alcune situazioni possono portare a un deficit come:

  • consumo di alcol
  • malnutrizione
  • alcuni farmaci
  • grave diarrea o vomito
  • malattie da malassorbimento, come il morbo di Crohn e la celiachia
  • diabete 
  • pancreatite (infiammazione del pancreas)
  • malattie renali
  • sudorazione eccessiva

Di seguito i principali benefici del cloruro di magnesio.

Aiuta in caso di diabete di tipo 2

I ricercatori hanno notato una forte correlazione tra diabete di tipo 2 e carenza di magnesio. Si stima che il 14-48% delle persone con diabete di tipo 2 ne sia carente.

In uno studio i ricercatori hanno valutato se gli integratori di magnesio migliorassero i livelli di glucosio (glicemia) in 116 partecipanti con prediabete e bassi livelli ematici di magnesio.

Il gruppo sperimentale ha ricevuto 382 mg di magnesio al giorno per quattro mesi, mentre il gruppo di controllo ha ricevuto un placebo giornaliero. Alla fine dello studio, il 50,8% del primo gruppo ha migliorato i livelli di glucosio rispetto al 7% nel gruppo placebo.

Cura l’alta pressione sanguigna

Il magnesio aiuta a regolare la pressione sanguigna. Pertanto, le persone che soffrono di ipertensione possono assumere integratori per ridurla. 

Una meta-analisi ha valutato gli effetti dell’integrazione di magnesio sulla pressione sanguigna. Rispetto ai gruppi placebo, coloro che hanno ricevuto 368 mg di magnesio al giorno per tre mesi hanno ridotto la pressione sistolica (superiore) di 2 mmHg e la pressione diastolica (inferiore) di 1,78 mmHg.

Nonostante questi risultati, le prove non sono conclusive e sono necessarie ulteriori ricerche.

Previene l’osteoporosi

Il magnesio è fondamentale per la salute delle ossa.

Tuttavia, alcuni studi hanno scoperto che sia basse sia alte concentrazioni di magnesio possono avere un impatto negativo sulle ossa.

Pertanto, sono necessarie ulteriori ricerche prima che l’integrazione possa essere raccomandata per prevenire o curare l’osteoporosi.

Efficace per contrastare l’emicrania

I nervi e i vasi sanguigni svolgono un ruolo centrale nel mal di testa; alcune ricerche si sono concentrate sulla relazione tra emicrania e magnesio.

In uno studio i ricercatori hanno valutato magnesio, vitamina B12 e Q10 come trattamento dell’emicrania.

La ricerca ha analizzato 130 partecipanti che hanno sperimentato tre o più emicranie al mese. Per tre mesi, il gruppo di controllo ha ricevuto un supplemento giornaliero contenente 400 mg di vitamina B12, 600 mg di magnesio e 150 mg di coenzima Q10.

Dopo tre mesi, l’emicrania e la sua intensità erano diminuite da 6,2 giorni a 4,4 giorni.

Effetti collaterali 

Il consumo di cloruro di magnesio può causare alcuni effetti collaterali, come:

Di conseguenza, prima dell’assunzione di questo integratore è opportuno consultare sempre il proprio medico.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook