Cipolla e aglio germinati si possono mangiare? In troppi fanno questo errore

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Cipolla e aglio germinati: sono davvero nocivi per la nostra salute oppure possiamo veramente mangiarli?

Cipolla e aglio sono due degli ingredienti che utilizziamo di più in cucina, poiché danno quel sapore forte e pungente ai nostri piatti. Tuttavia, contrariamente a quello che si pensa, mangiare cipolla o aglio germinati non è assolutamente nocivo per il nostro corpo: essi non sono tossici né velenosi o indigesti, anzi ci fanno molto bene. In molti commettono l’errore di buttare via i vegetali germogliati ma essi sono sicuri da consumare (germogli compresi), hanno solamente un sapore più amaro. (Leggi anche: Aglio: meglio crudo o cotto? I trucchi che forse non conosci per renderlo più digeribile)

Perché aglio e cipolla germogliano?

Il fattore principale che fa germogliare aglio e cipolla è l’umidità, poiché essi rimangono sottosviluppati fino a quando non si presentano le giuste condizioni per iniziare una nuova crescita. Una volta germinati, aglio e cipolla possono avere una consistenza un po’ molle, però non sono velenosi o tossici e non ti nuoceranno, soprattutto quando radici e germogli sono ancora di piccole dimensioni. Molte persone che seguono diete vegane o vegetariane mangiano intenzionalmente i germogli, poiché sono ricchissimi di proteine. È anche questione di palato: aglio e cipolla germinati sono decisamente più amari (soprattutto quando mangiati crudi) e questo può piacere a molti, mentre altri cercano di evitarli in tutti i modi. Puoi anche tagliare e mettere i germogli nelle tue insalate, per renderle più gustose.

Usi alternativi di aglio e cipolle germogliati

Oltre a mangiarli, puoi anche utilizzare aglio e cipolla germogliati per piantarli e coltivarli a casa o in giardino. Il procedimento è davvero molto semplice. (Leggi anche: Non buttare le cipolle germogliate! Piantale per avere quelle fresche sempre a disposizione)

  1. Basta sbucciare aglio o cipolla con un coltello e aprirli per vedere la suddivisione in bulbi.
  2. Separa i bulbi ed estraili delicatamente con le mani dalla parte restante dell’ortaggio.
  3. Puoi ora piantare i bulbi in un vaso o direttamente nell’orto. Puoi piantare anche più di un bulbo in un singolo vaso, lasciando uno spazio di almeno 20 cm tra l’uno e l’altro. Prima di piantarli, metti ciascun bulbo in un bicchiere o una ciotola pieni d’acqua (con la parte del germoglio rivolta verso l’alto) finché non saranno cresciute le radici bianche.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Sull’aglio e sulle cipolle ti potrebbero interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando di Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa all'Università La Sapienza, appassionato del web e delle dinamiche del mondo digitale.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook