I macellai invitano a mangiare carne per salvare le piante, una retorica vecchia che non fa neanche ridere

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Macelleria di Edimburgo lancia una triste trovata di marketing a favore della carne, suscitando l'ira di vegani e vegetariani

“Ogni giorno migliaia di piante innocenti vengono uccise dai vegetariani. Aiuta a porre fine alla violenza. Mangia carne“: è l’assurda frase apparsa qualche giorno fa su una lavagnetta posizionata all’entrata di una storica macelleria di Edimburgo. Una trovata di marketing lanciata nel mese del Veganuary (la più grande iniziativa vegana del mondo  che ispira le persone a provare un’alimentazione 100% vegetale a gennaio).

Come potrete immaginare, la foto del cartello è rimbalzata sui social e ha suscitato l’indignazione dei residenti locali, in particolare di chi segue una dieta vegana o vegetariana.

“Penso che sia una sciocchezza, non capisco come possano giustificare l’uccisione di un animale in questa maniera – ha commentato uno studente 22enne ai microfoni di Edinburgh Live– Crea solo rabbia e polemiche e non lo trovo divertente. Sicuramente mangiare piante è meno dannoso per l’ambiente e le piante, a differenza degli animali. Non sono senzienti”.

Insomma, si tratta solo di un’infelice strategia di marketing per non colpevolizzare chi mangia animali e continuare a difendere l’industria della carne, che oltre a provocare stress e sofferenze agli animali rappresenta una delle principali cause di inquinamento.

“Le persone si aggrapperanno a ogni sorta di assurdità per giustificare l’omicidio di animali, che hanno esattamente i nostri stessi desideri: essere felici, al sicuro e liberi dalla sofferenza” sottolinea Kevin Thomson, intervistato dal quotidiano Edinburgh Live.

Leggi anche: Mangiare meno carne salverebbe la vita a 75mila persone l’anno. La conferma in un nuovo studio

La macelleria si difende così

Dal canto suo, il signor Willie – che gestisce la macelleria C.W. Christie Butchers insieme al fratello – si è detto divertito delle reazioni e grato per la pubblicità gratuita all’attività:

Dato che esiste l’iniziativa Veganuary, non si può lanciare anche il Meatanuary? – ha risposto – In ogni caso si è trattato solo di una semplice battuta La gente l’ha presa male. Siamo circondati da persone che ci dicono di diventare vegani e vegetariani, eppure la mia attività è una macelleria. Vendiamo carne e sto promuovendo la mia attività. Ognuno ha diritto alla propria opinione e la rispetto, sto solo esprimendo la mia. E sembra aver funzionato, vista l’attenzione che i miei macellai hanno ottenuto.

Sarà anche una battuta, ma noi la troviamo di cattivo gusto e irrispettosa. E no, non ci fa affatto ridere.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: EdinburghLive

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook