Così la pubblicità di questo noto integratore è stato ritenuto “fuorviante per i consumatori”

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

"Il messaggio relativo all’integratore Bioscalin Nova Genina è suscettibile di fuorviare il pubblico dei consumatori, riferendo l’efficacia in termini esorbitanti rispetto a quelle che sono le effettive risultanze degli studi svolti" inizia così il provvedimento dell'Istituto dell'Autodisciplina Pubblicitaria (IAP) relativo alle note compresse che promettono un netto miglioramento del benessere dei capelli

Ecco il carrello smart per la spesa

Il famoso integratore alimentare Bioscalin Nova Genina è stato segnalato dall’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria (IAP) per via di un claim pubblicitario ingannevole, diffuso sulle reti RAI nel mese di marzo 2022.

Stiamo parlando dello slogan promozionale “Tira fuori anche tu il tuo lato Bioscalin” che viola gli articoli 2 – Comunicazione commerciale ingannevole – e 23bis – Integratori alimentari e prodotti dietetici – del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale, fuorviando i consumatori.

Come si apprende dalla nota dell’IAP dell’ingiunzione n. 8/22 del 31/3/22 – 14/4/22:

Laddove si sostiene “80% volume e lucentezza” si induce il pubblico a ritenere che tale valore indichi il livello di miglioramento ottenuto in seguito all’uso dell’integratore, quando invece si tratta unicamente della percentuale di soggetti che ha notato un miglioramento, in base ad uno studio di autovalutazione”

Non sono però solamente le percentuali in sé ad essere ingannevoli e a promettere incredibili risultati, ma anche alcune frasi scelte dagli inserzionisti per promuovere l’integratore, lasciando intendere che Bioscalin Nova Genina sia il migliore dai test di mercato.

A tal proposito precisa l’IAP:

per quanto attiene al vanto “n. 1 anticaduta” lo stesso risulta fuorviante per il pubblico dei consumatori, in quanto, come indicato nella scritta posta in super in caratteri minimi e di difficile percezione, non si rivolge ai prodotti pubblicizzati, ma alle fiale e alle lozioni anticaduta a marchio Bioscalin”

Non è tuttavia la prima volta che la ditta Giuliani, proprietaria di Bioscalin, è accusata di pubblicità fuorviante. Lo stesso era già successo nel 2009 e nel 2011. Allora i prodotti accusati erano Bioscalin Cronobiogenina e Revidox e sono costati alla società multe di euro 100.000 e 150.000.

La replica dell’azienda

Di seguito riportiamo la replica sulla vicenda inviataci dall’azienda Giuliani, che produce gli integratori Bioscalin:

Con riferimento alle notizie diffuse circa l’espressione di efficacia nel comunicato TV Bioscalin NovaGenina contestata dall’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, l’azienda Giuliani intende completare le informazioni circa quanto avvenuto e precisare taluni fatti. Riteniamo la titolazione degli articoli fuorviante per i consumatori ed i clienti del brand Bioscalin, non aderente alla realtà, nonché screditante e negativa, facendo apparire il prodotto del tutto inefficace quando invece ha alle spalle una ricerca scientifica di solida tradizione farmaceutica e rigorosi studi clinici effettuati che solo pochissimi prodotti concorrenti possono vantare e, peraltro, studi riconosciuti anche dallo stesso Iap in via definitiva.

Tant’è vero che, nella stessa ingiunzione sono stati chiesti chiarimenti circa due risultati di efficacia derivanti studio clinico che fornite le ragioni, il Presidente del Comitato di Controllo ha ritenuto validi e fondati. Relativamente al claim “80% volume e lucentezza” l’azienda precisa che il risultato di autovalutazione era indicato nelle note di rimando. Ribadiamo, infine, che Bioscalin è di fatto il brand n.1 anticaduta, per vendite a volumi e a valore nel mercato di riferimento (prodotti analoghi per capelli con azione rinforzante) con stima delle vendite certificata dalla società New Line Ricerche di mercato, attestanti una quota di mercato superiore al 30%, quale ultimo dato a valore riferito ai 12 mesi terminanti a febbraio 2022. Il primo competitor è ben distante, con una quota di mercato che supera di poco il 7% a valore, nel pari periodo. I fatti precedenti citati si riferiscono a quanto avvenuto oltre 10 anni fa, nel frattempo l’azienda ha dato vita a tante campagne di successo e si fa notare come la contestazione più recente si riferisca soltanto all’espressione dell’autovalutazione. I livelli di vendita dei prodotti Bioscalin sono la dimostrazione più evidente dell’efficacia del prodotto e dell’apprezzamento da parte degli utilizzatori.

Fonte: IAP

Seguici su Telegram Instagram | Facebook | TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook