Come funziona e cosa mangiare con la dieta del 5, scelta da Antonella Clerici

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Bisogna puntare tutto sul numero 5, perché 5 è il numero perfetto di pasti che si devono fare in un giorno. È la cosiddetta “Dieta del 5” (colazione, pranzo e cena con due spuntini spezza-fame) di cui oggi è pieno il web. Motivo? La segue Antonella Clerici, ma in cosa differisce dal più classico degli stili alimentari?

Integratori 100% naturali

Verdure, anche sotto forma di passati, legumi e tanta tanta acqua. È la “dieta del 5” rivolta a quanti intendono perdere un po’ di peso in 5 settimane basata sugli abbinamenti dei diversi cibi per evitare accumulo di tossine e squilibri nutrizionali. Dopo gli eccessi dell’estate ci sta, ma non c’è bisogno di seguire una moda per ritrovare uno stile alimentare sano ed equilibrato.

Eppure, la “dieta del 5” pare sia la notizia del giorno, complice il fatto che sia Antonella Clerici a parlarne.

La conduttrice del programma È sempre mezzogiorno! ha infatti raccontato di essersi approcciata a questo tipo di dieta, ideata dalla nutrizionista Evelina Flachi (che la accompagna in parecchie trasmissioni).

In cosa consiste la dieta del 5?

È sostanzialmente un percorso studiato in cinque tappe:

  • depurativa
  • metabolica
  • love (secondo quanto descritto dalla stessa Flachi)
  • total body
  • mantenimento

L’idea di base è innanzitutto limitare l’assunzione di carne e di alcolici. A pranzo è previsto un primo piatto di verdure, mentre a cena si prediligono le proteine, contenute anche nel pesce o nei legumi e ancora frutta e verdura.

A tutto ciò deve accompagnarsi l’abitudine di bere almeno due litri di acqua al giorno e non solo: via libera a centrifugati e agli estratti di frutta e verdura fresca, oltre a infusi e tisane senza zucchero. Niente succhi che non sostituiscono la frutta.

Cosa ha di diverso rispetto a un altro regime alimentare equilibrato?

Ci sentiamo di dire: nulla.

Di base non dimentichiamoci mai che deve sempre esserci la necessità di assumere una percentuale equilibrata di nutrientiproteine, carboidrati, grassi, fibre, vitamine/ minerali – fondamentali per proteggere l’organismo, eliminando gli zuccheri e i prodotti ricchi di calorie “vuote” e sostituendo anche gradualmente la carne rossa.

Se proprio siete tornati dalle vacanze e vi sentite un po’ in sovrappeso e avete in mente di seguire una dieta mirata, evitate accuratamente il fai da te, perché si tratterebbe di un’alimentazione che in ogni caso affatica e stressa l’organismo e che può essere mantenuta solo per un periodo limitato di tempo.

È il caso quindi che un medico o un nutrizionista possa monitorare la situazione e guidarvi poi al termine della dieta verso un regime alimentare equilibrato che comprenda tutte le categorie di cibi necessari.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook