Cipolle: 5 inaspettati effetti collaterali che potrebbero rovinare la tua salute

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sapevi che le cipolle possono avere anche effetti collaterali molto comuni che, alla lunga potrebbero minare la tua salute, ecco quali

Le cipolle sono una base in tantissime cucine del mondo, ma sapevi che possono avere anche effetti collaterali che non immaginavi?

Quando si inizia a cucinare un buon piatto, spesso il primo ingrediente è, proprio, un trito di cipolla. Non a caso, nella tradizione culinaria italiana (ma anche francese, spagnola e portoghese) la cipolla – insieme a carote e sedano – fanno parte del soffritto, ovvero una base aromatica deliziosa che dà il “LA” a moltissime composizioni.

Purtroppo però, soprattutto se hai l’abitudine di aggiungerla spesso alla tua dieta e specie se cruda – potrebbe farti subire uno di questi effetti collaterali

Allergie

Anche le cipolle possono causare reazioni allergiche? La cipolla fa parte della famiglia delle Liliaceae, così come aglio, asparagi e porro. Un consumo elevato di cipolla può incrementare le reazioni allergiche di tutto il gruppo delle Liliaceae, per cui, se sei già a conoscenza di un’allergia per questi altri ortaggi, fai attenzione anche alle cipolle.

Bruciore di stomaco

Ci sono più cibi che possono causare reflusso gastrico o bruciore di stomaco e tra queste c’è proprio la cipolla. Chi ha già un intestino più sensibile potrebbe pensare di evitare del tutto questo ortaggio, optando per altri tipi di aromatici meno pesanti durante la digestione.

Ad esempio, puoi dare un twist particolare alle tue preparazioni usando del brodo vegetale che puoi estrarre anche da scarti di verdure che utilizzi in cucina per altri scopi, come bucce, parti troppo dure e gambi.

Bruciore agli occhi

Se hai mai tagliuzzato, triturato, fatto a rondelle una cipolla saprai che lacrimare mentre la prepari è molto comune. Il colpevole di questo fenomeno è un metabolita solforoso che la cipolla rilascia quando vengono rotte le sue pareti cellulari. Quando questa forma di metabolito dello zolfo raggiunge i tuoi occhi può causare irritazione e, per difesa, portare a lacrimare gli occhi. Il problema è che a contatto con le lacrime, la liberazione dei gas porta alla formazione di acido solforico. Dunque i nostri occhi tenderanno a bruciare ancora di più.

In realtà, questo metabolita viene rilasciato unicamente quando vengono rotte le pareti cellulari della cipolla. La soluzione, quindi, potrebbe essere quella di usare un coltello più affilato o uno strumento alternativo. Qui altri trucchi per sbucciare e affettare le cipolle senza “piangere”

Colon irritabile

La sindrome del colon irritabile viene complicata molto da alcuni tipo di cibi che hanno elementi difficili da digerire. Più nello specifico, gli idrati di carbonio sono responsabili di una riduzione dell’assorbimento dell’acqua nel corpo. Per identificare il gruppo di molecole problematiche si usa un acronimo – FODMAPS.

La cipolla rientra in questi alimenti e, se consumata in elevate quantità, aggrava i sintomi del colon irritabile.

Alitosi

Chiudiamo con uno degli effetti collaterali più conosciuti di tutti: l’alitosi – anche detta comunemente alito cattivo. Il consumo di cipolle infatti ha un effetto a breve termine sulla qualità del nostro alito – non è quindi qualcosa di cui preoccuparsi, ma nel caso in cui abbiate un appuntamento, evitate le cipolle. (Leggi anche: 10 rimedi naturali per sbarazzarsi dell’alito cattivo causato da aglio e cipolla)

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando in Letterature e Culture Comparate all'Università dell'Orientale di Napoli. Si occupa di letteratura, sport, cucina e ambiente, collaborando anche con una nota rivista letteraria partenopea.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook