C’è stata davvero un’intossicazione alimentare a Gubbio? Ecco come è andata

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In poche ore il web è stato invaso dalle notizie di una maxi intossicazione alimentare avvenuta a Gubbio a inizio mese dopo che 40 persone avrebbero consumato del pesce, probabilmente crudo. Ma cosa è successo veramente? Scopriamolo assieme

Scene apocalittiche, ambulanze sul posto e una intossicazione alimentare che avrebbe coinvolto 40 persone a Gubbio dopo che un numeroso gruppo di appassionati di pesca avrebbe consumato il loro pescato, banchettando in compagnia. (Leggi anche: Pescano tonno e lo consumano (probabilmente crudo): 40 persone intossicate con vomito e diarrea a Gubbio)

Il gruppo si sarebbe dato appuntamento in un ristorante del posto per il convivio. Ma i fatti non sono recenti, risalgono bensì a inizio mese, presumibilmente al 2 ottobre. Con il passa parola del web la notizia è apparsa negli ultimi giorni e nelle ultime ore sotto ogni forma possibile e immaginabile. Non sono mancate le foto, smentite poi dai diretti interessati.

Ma cosa è successo veramente? Partiamo con il dire che il banchetto c’è stato e la comitiva si sarebbe incontrata al Ristorante Federico da Montefeltro. In un post Facebook del 15 ottobre il proprietario del suddetto ristorante scrive però di “supposizioni, chiacchiere, ancora alimentate da mere voci di popolo, senza che nessuno conosca realmente i fatti”, testuali parole.

Il gestore parla comunque dell’intervento del 118, ma non nelle proporzioni descritte.

Corrisponde a verità che il giorno del pranzo sia intervenuto, presso il ristorante, personale medico del 118, tuttavia, tale intervento si è reso necessario per problemi personali di salute che hanno afflitto due avventori, ma che nulla hanno a che vedere, in alcun modo, con la qualità e/o tipologia del cibo somministrato presso il ristorante, con la preparazione dello stesso o con i metodi di cottura utilizzati, si legge nel post.

Anche l’USL Umbria 1 confermerebbe la versione del ristorante. Secondo quanto riportano alcuni quotidiani umbri, il Pronto soccorso dell’ospedale di Gubbio – Gualdo Tadino avrebbe registrato 3 ingressi dei partecipanti al convivio. Nessun caso di malattia infettiva o di intossicazione alimentare sarebbe stata però segnalata, condizionale d’obbligo.

Stando a quanto affermato dalle fonti locali non vi sarebbe stata dunque alcuna intossicazione alimentare, ma un tam tam mediatico molto distorto.

Fonte: Ristorante Federico da Montefeltro/Facebook

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook