In Bangladesh il ministro dell’Agricoltura invita i cittadini a consumare meno riso, ma viene travolto dalle critiche

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il ministro dell'Agricoltura del Bangladesh ha esortato la popolazione a consumare meno riso senza tenere conto dell'alto livello di povertà

Non conservare così l'avocado: è pericoloso

La popolazione del Bangladesh si distingue per l’eccessivo consumo di riso. Si tratta, infatti, del Paese che ne consuma di più al mondo. A mettere in guardia sui pericoli legati ad una dieta (quasi) per niente varia è stato il ministro dell’Agricoltura bangladese Abdur Razzaque che la scorsa domenica è intervenuto nel corso di una manifestazione organizzata in occasione del 50esimo anniversario dell’indipendenza del Bangladesh.

“Il consumo pro-capite di riso in Bangladesh è di 400 grammi al giorno, il più alto al mondo. In molti Paesi il consumo medio di riso è di soli 200 grammi giornalieri” ha sottolineato il ministro, invitando tutti a mangiarne meno riso e ad optare per cibi più nutrienti, come la frutta. 

Consumare troppo riso può portare all’insorgenza di vari problemi di salute, tra cui malattie cardiache (a causa dell’arsenico) e il diabete. 

Pioggia di critiche dopo il discorso del ministro dell’Agricoltura 

Com’è facile immaginare, il discorso fatto dal ministro Razzaque ha suscitato un’ondata di polemiche tra i cittadini bangladesi. E i post dei vari quotidiani nazionali che riportavano la notizia sono stati inondati da commenti carichi di rabbia e, in certi casi, di sarcasmo. 

I ricchi mangiano meno riso, mangiano una varietà di frutti esotici, tra cui mandorle, datteri, mele, malto” – scrive un utente – E ci sono manzo, montone, agnello. I poveri hanno riso, pane. È difficile sopravvivere se non lo fanno. non mangiarlo.

Qualcuno, invece, ha ironizzato sul discorso del ministro, commentando “Se aumenti un po’ di più il prezzo del riso, la gente non sarà in grado di comprarlo”.

La maggior parte delle persone che vive in Bangladesh, infatti, farebbe volentieri a meno del riso. Ma semplicemente non può permetterselo. 

Non è questione di mangiare di meno – sottolinea l’economista Nazneen Ahmed – Le persone mangeranno ciò che è più facilmente disponibile, ciò che è reperibile a basso costo. Il riso è il cibo che può essere acquistato con più facilità in Bangladesh. Ecco perché la gente qui lo mangia. Se potesse comprare un cibo alternativo per riempirsi lo stomaco, lo mangerebbe. 

Insomma, il ministro dell’Agricoltura avrà pure ragione ma – come sottolineato da tanti cittadini del Bangladesh – forse avrebbe dovuto riflettere di più sui reali motivi che spingono la popolazione a consumare così tanto riso. 

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube 

Fonte: BBC Bangla 

Ti potrebbe interessare anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook