Salmonella nelle uova fresche: la marca e i lotti da non consumare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Alcuni lotti di uova fresche L e XL del marchio Copav sono stati richiamati dall'azienda stessa in quanto contaminati da Salmonella enteritidis. Si raccomanda dunque di non consumare le uova per evitare una possibile intossicazione alimentare

Nuova allerta alimentare che riguarda la presenza diSalmonella enteritidis in un prodotto di uso comune. Parliamo delle uova fresche L ed XL del marchio Copav che sono state richiamate dal produttore proprio a causa della possibile contaminazione con il pericoloso batterio.

Il richiamo è scattato in seguito ad un controllo a campione sulle feci delle galline ovaiole, eseguito da ASUR Area Vasta 2.

A segnalare il richiamo è il ministero della Salute che specifica tutti i dettagli dei prodotti da non consumare.

Le uova sono state prodotte dall’azienda Avimarche nello stabilimento di via Barocco 14, a Ostra Vetere (Ancona) e sono vendute in confezioni da 6.

Attenzione in particolare ai seguenti lotti e date di scadenza:

  • 22420634AVI – 14/11/2022
  • 22420650AVi – 16/11/22
  • 22420655AVI – 17/11/22
  • 22430669AVI – 23/11/22
  • 22440674AVI – 27/11/22

richiamo uova

Nel caso abbiate acquistato queste uova, controllate immediatamente il lotto e se corrisponde, l’azienda raccomanda di:

non consumare il prodotto e di riportare la confezione in suo possesso al punto vendita in cui l’ha acquistata.

Leggi tutte le nostre allerte alimentari.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Ministero della Salute

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook