Salame ritirato per rischio microbiologico. Marca e lotto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Rritiro dagli scaffali per un lotto di salame artigianale, il cui richiamo era stato già disposto dallo stesso produttore per salmonella.

Sta per finire investito, la mamma lo salva

Salami piemontesi ritirati per sospetta contaminazione microbiologica. Questa volta il ritiro dagli scaffali riguarda infatti un lotto di salame artigianale, il cui richiamo era stato già disposto dallo stesso produttore per una possibile contaminazione da salmonella.

L’avviso di richiamo è stato pubblicato lo scorso 31 dicembre sul portale del Ministero della salute dedicato agli avvisi di sicurezza e ai richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori ma l’allerta è stata lanciata dal produttore il 4 dicembre, tanto che il prodotto si trova già fuori produzione.

Il prodotto richiamato dagli scaffali è denominato “I salam ‘d Giors“, “Salam d’la tradission” prodotti dall’azienda agricola Bertoli Giorgio Luigi di via Sornasca, a Vigone, nella Città metropolitana di Torino (marchio di identificazione del produttore IT EGH1H CE).

Si tratta di un insaccato di piccole dimensioni con lotto di produzione numero 131020.

https://www.facebook.com/isalamdgiors/posts/692784758067053

Il motivo del ritiro del lotto è una sospetta contaminazione microbiologica per l’insaccato di piccole dimensioni. Secondo il Ministero il prodotto non è più disponibile, qualora l’aveste acquistato, riportatelo al punto vendita.

salame richiamo

©Ministero della salute

Fonte: Ministero della salute

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook