Ritiro salame per presenza di salmonella: MARCHIO e LOTTO

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un nuovo richiamo di prodotti alimentari per un possibile rischio microbiologico questa volta riguarda un lotto di salame contaminato da salmonella.

Ecco il carrello smart per la spesa

Nuovo richiamo dal Ministero della Salute: questa volta si tratta di salame contaminato dal batterio della salmonella. Il Ministero parla di “rischio microbiologico”.

L’allerta riguarda un lotto di salame venduto intero in confezioni da un chilogrammo ciascuna.

Come si legge nel comunicato del Ministero, a essere interessato dall’avviso è il lotto numero 19041005 del salame venduto con il marchio San Lorenzo e prodotto dalla ditta Santini S.r.l. nello stabilimento con sede in via Madre Teresa di Calcutta a  Torre De’ Picenardi, in provincia di Cremona (marchio di identificazione IT P9Z6E CE).

Secondo quanto segnalato nella lista degli Avvisi di sicurezza del Ministero, è stata rilevata una  “presenza di salmonella SPP”.

richiamo salame

Nel caso si sia acquistato il lotto in oggetto, bisogna evitare di consumarlo (un’ingestione perché potrebbe causare intossicazione alimentare) e riportarlo piuttosto al punto vendita.

La salmonella può presentarsi con febbre, crampi nella zona dell’addome, nausea e vomito ma anche sangue nelle feci. Può dare, infine, complicanze nel periodo della gravidanza.

Leggi anche:

Ritiro mix di formaggi grattugiati contaminati da listeria: MARCHIO e LOTTO
Ritiro carne e salsiccia per listeria e salmonella

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook