Richiamata la pasta senza glutine Bio In

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Attenzione a questi lotti di pasta di mais, grano saraceno, riso e canapa, ritirati per livelli troppo alti dell’allergene

Quanta frutta e verdura dobbiamo mangiare ogni giorno?

Per chi è intollerante al glutine, attenzione a questi lotti di pasta di mais, grano saraceno, riso e canapa, ritirati per possibili livelli troppo alti dell’allergene

Il Ministero della Salute ha emanato un nuovo ritiro di prodotti dal commercio al dettaglio per “rischio chimico”: si tratta di alcuni lotti di pasta senza glutine di mais, grano saraceno, riso e canapa del marchio Bio In, ritirati per la possibile presenza di livelli dell’allergene glutine oltre il consentito.

In tutti i richiami, il marchio del prodotto è Bio In, il nome o ragione sociale dell’OSA a nome del quale il prodotto è commercializzato è La Romagnola Bio S.R.L.S., il marchio di identificazione dello stabilimento o del produttore è La Romagnola Bio, mentre il nome del produttore è La Romagnola Bio Srls con sede dello stabilimento in via Martiri Ponte Bastia 11 ad Argenta (FE). Ma vediamo meglio nel dettaglio quali sono i lotti coinvolti nel sequestro:

  • Penne di mais e grano saraceno in confezione da 500 grammi, con scadenza 22/01/2024:
  • Filini di riso integrale in confezione da 500 grammi, con scadenza 22/01/2024;
  • Bersaglieri di riso integrale in confezione da 500 grammi, con scadenza 25/01/2024;
  • Fusilli di riso integrale in confezione da 500 grammi, con scadenza 25/01/2024;
  • Penne di riso integrale in confezione da 500 grammi, con scadenza 25/01/2024;
  • Bersaglieri di riso integrale e canapa in confezione da 350 grammi, con scadenza 26/01/2024.

Il possibile rischio chimico vale solo per chi soffre di intolleranza al glutine – tutti gli altri consumatori possono mangiare anche questi lotti di pasta senza alcuna conseguenza per la propria salute. In caso di allergia o intolleranza, invece, il Ministero sconsiglia di consumare il prodotto, ma invita a riportarlo immediatamente al negozio, in modo da poter ricevere un rimborso per l’acquisto. 

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Ministero della Salute

Ti consigliamo anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook