Richiamati spinaci per sospetta contaminazione da mandragora: marca e lotto a cui fare attenzione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dopo quanto accaduto a Napoli, c'è una nuova possibile contaminazione degli spinaci con mandragora tossica. È stato richiamato infatti un lotto di spinaci Il Gigante proprio con questa motivazione

I supermercati Il Gigante hanno ritirato un lotto di spinaci del loro marchio, riportando inizialmente come motivo del richiamo la semplice dicitura di “allerta regionale”. Dunque non specificando con esattezza cosa era stato trovato all’interno degli spinaci.

Un fatto strano che subito ha riportato alla mente quanto accaduto recentemente a Napoli, dove alcune persone sono rimaste intossicate proprio consumando alcuni spinaci freschi, contaminati con mandragora tossica.

Leggi anche: Mandragora scambiata per spinaci, 11 intossicati a Napoli. Come riconoscere ed evitare l’erba allucinogena

Oggi però l’allerta è stata modificata e riguardo agli spinaci Il Gigante, prodotti da Spinerb di Colleoni Andrea a Gorlago, si legge come motivo del richiamo: “sospetta contaminazione da mandragora

Attenzione dunque agli spinaci di questo marchio che presentano il seguente lotto:

  • numero 273

richiamo spinaci il gigante

Le confezioni, da 500 grammi, erano già scadute al momento del richiamo (10 ottobre), riportano infatti come data di scadenza sulle confezioni il 7 ottobre 2022.  Ma, come scritto anche nell’allerta, qualcuno potrebbe aver congelato gli spinaci e in quel caso è fondamentale non consumarli ma riportarli subito al punto vendita.

Un caso simile, era già avvenuto anni fa con degli spinaci surgelati Bonduelle. Leggi anche:  Ritirati spinaci surgelati Bonduelle: possibile presenza di mandragora

Leggi tutte le nostre allerte alimentari.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Il Gigante

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook