Ossido di etilene: attenzione a questi lotti di gelati Mars (Twix, Bounty e M&M’s) richiamati dal produttore

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Torna l'allerta per la contaminazione con ossido di etilene di alcuni noti gelati del gruppo Mars. Richiamati per tracce di questo pesticida oltre i limiti di legge alcuni lotti di Twix Ice Bar, Bounty Ice Bar e M&M’s Choco Ice Bar

Ci risiamo. Torna l’allerta per ossido di etilene che coinvolge ancora una volta alcuni lotti di gelati. Si tratta di prodotti Mars e nello specifico di Twix Ice Bar, Bounty Ice Bar e M&M’s Choco Ice Bar.

A segnalare per primi il richiamo sono stati i supermercati Unes, Decò e Unicoop Tirreno che hanno pubblicato sui loro siti l’avvertenza per i consumatori, specificando la marca e i lotti dei gelati potenzialmente pericolosi in quanto contaminati da ossido di etilene, pesticida ormai tristemente noto.

Leggi anche: Cos’è l’ossido di etilene, in quali cibi si trova e perché mette a rischio la nostra salute

Questi i lotti di gelati richiamati, tutti prodotti da Mars Wringley Confectionery France, nello stabilimento di Route de Saverne, a Steinbourg (Francia):

  • Twix Ice Bar: confezioni singole da 40 grammi, termine minimo di conservazione (Tmc) 31/07/2022 (EAN 5000159484657);
    Twix Ice Bar: confezioni singole da 6 pezzi da 34,2 grammi ciascuno,  Tmc 31/04/2022 e 31/07/2022 (EAN 5000159484695);
  • Bounty Ice Bar: confezioni da 6 pezzi da 39,1 grammi ciascuno,  Tmc 31/05/2022 (EAN 5000159483063);
  • M&M’s Choco Ice Bar: confezioni da 4 pezzi da 63 grammi ciascuno,  Tmc 31/05/2022 (EAN 5000159500678).

llerta gelati mars ossido etilene

Ancora una volta il richiamo è dovuto alla:

presenza di ossido di etilene superiore ai limiti di legge in uno degli ingredienti utilizzati per la produzione.

Sul sito di Unicoop Tirreno in merito a questo richiamo si legge che:

presenza di livelli di ossido di etilene (ETO) in uno degli ingredienti (E410 – farina di semi di carrube) in quantità superiore a quella indicata dalla normativa europea.

Mars Italia invita le persone che hanno acquistato i lotti segnalati a non consumare i gelati ma a contattare prontamente il servizio consumatori (800 303130).

Dobbiamo aspettarci una nuova ondata di richiami per ossido di etilene nei gelati come la scorsa estate?

AGGIORNAMENTO

Mars Italia ci ha scritto per una precisazione importante in merito al richiamo:

Mars è stata informata della presenza di ossido di etilene (ETO) in uno degli ingredienti utilizzati nella fabbrica di gelati in Francia in livelli superiori a quelli consentiti dalla legge europea; tali rilievi sono emersi a seguito di ulteriori test effettuati dal fornitore di materia prima su richiesta delle autorità francesi in seguito alla medesima problematica riscontrata la scorsa estate. Vi segnaliamo che il livello di ETO rilevato non è dannoso per la salute e che l’ingrediente interessato è relativo alla produzione 2020 e 2021: trattandosi pertanto di produzioni e consegne datate indietro nel tempo, ci aspettiamo che i prodotti siano stati verosimilmente già venduti ai consumatori e/o consumati.

Le date di scadenza sono comunque prossime per cui è molto improbabile, essendo lotti prodotti nel 2020-2021, che qualche consumatore possa avere ancora il prodotto conservato nel proprio congelatore. Gli altri prodotti gelato non sono affetti da queste problematiche.

Leggi tutte le nostre allerte alimentari.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Unes

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook