Liquore di Liquirizia con possibile micotossina ritirato dai supermercati: attenzione, non bevetelo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sul sito del Ministero della Salute è stato pubblicato un richiamo relativo a un lotto di Liquore di Liquirizia a marchio Caffè Pazzini

Nel Regno Unito emessa una moneta per celebrare il 50° del Pride

Sul sito del Ministero della Salute è stato pubblicato un richiamo relativo a un lotto di Liquore di Liquirizia a marchio Caffè Pazzini. In seguito a controlli di qualità, è stata riscontrata la possibile presenza della ocratossina A.

Il lotto di liquore di liquirizia bio a marchio Caffè Pazzini ritirato è venduto in bottiglie da 50 cl con il numero di lotto L.09-21 ed è stato prodotto nello stabilimento di via Piane 18/A a Coriano, in provincia di Rimini.

A scopo precauzionale, in attesa dei risultati delle verifiche, si consiglia di non consumare il liquore di liquirizia con il numero di lotto indicato. L’azienda raccomanda ai rivenditori di segregare e non commercializzare le bottiglie interessate.

@ministero Salute

L’ocratossina A, spesso indicata come OTA, è una micotossina, sostanza tossica di origine fungina

Fonte: ministero Salute

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook