Ansia: non solo rimedi naturali ma anche la giusta alimentazione

ansia

L’ansia è senza dubbio una delle “malattie” del nostro tempo, si può manifestare in diverse forme e con diversi gradi di intensità ma tutti, almeno una volta nella vita, l’hanno avvertita forte e chiara.

Approfittando della richiesta di un’amica che dopo aver avuto i ladri in casa (esperienza poco piacevole) soffre di stati d’ansia e mi chiedeva consigli, ho sintetizzato la mia esperienza riguardo ai rimedi naturali che possono servire in questi casi ma ho aggiunto anche alcuni piccoli escamotage alimentari che mi hanno aiutato ad affrontare situazioni e momenti difficili della vita.

1. Rescue Remedy: unica miscela dei fiori di Bach già pronta da prendere 3 gocce sotto la lingua 3 volte al giorno ma anche di più (tutte le volte che ci si sente ansiosi), non ha effetti collaterali e si può prendere con tranquillità anche in caso si assumano dei farmaci dato che non interagisce con nulla.

2. Olio essenziale di lavanda: puro, biologico meglio se della varietà di lavanda angustifolia, quella che ha maggiori proprietà calmanti (in alternativa vanno bene anche la lavanda vera o ibrida). Se possedete un diffusore di oli essenziali utilizzatelo ogni giorno nella vostra camera da letto o negli ambienti che frequentate di più e quando siete fuori casa mettete qualche goccia di questo potente olio essenziale su un fazzoletto di stoffa e annusatelo ogni volta che vi va o quando vi sentite agitati (tra l’altro è buonissimo!), si può anche spargere sul cuscino prima di dormire per godere di un buon sonno ristoratore.

3. Tisana di passiflora o di altre erbe rilassanti: la sera, ma non solo… potete prepararvi una tisana di passiflora. Se andate in un’erboristeria fatevi preparare una tisana a base di questa erba particolarmente rilassante magari unita ad altre altrettanto calmanti e distensive come tiglio e camomilla o ulteriori piante di vostro personale gradimento. Fatevi consigliare dall’erborista un buon mix. Assumente la vostra tisana 1 o due volte al giorno.

4. Magnesio: si tratta di un minerale essenziale per il buon funzionamento del sistema nervoso e, non a caso, ne viene spesso consigliata un’integrazione in caso di ansia e attacchi di panico. In alcune situazioni, infatti, questi problemi potrebbero essere dovuti o accentuati proprio da una carenza di questo prezioso sale minerale. Ci sono alcuni alimenti che possono aiutare a reintegrare un po’ del magnesio perso, tra questi i più ricchi sono noci, mandorle, cacao, soia, fagioli, cereali integrali, verdura verde e semi di sesamo. C’è da considerare però che, anche se assumiamo con costanza il giusto quantitativo di cibi che contengono magnesio, il nostro organismo potrebbe non riuscire ad assimilarlo bene dato che ve ne sono altri che invece ne contrastano l’assorbimento, tra questi il sale marino, lo zucchero raffinato, i latticini, la carne rossa e l’alcool. A causa di ciò, oltre ad un’alimentazione corretta, è spesso importante sopperire alla carenza utilizzando ciclicamente un integratore di magnesio.

5. Yoga e respirazione: questa pratica negli anni mi ha aiutato tanto… ma se non volete iscrivervi ad un vero e proprio corso, una piccola cosa che potete fare anche a casa vostra è sedervi a gambe incrociate su di un tappetino con gli occhi chiusi e semplicemente respirare. Fatelo in maniera lunga e profonda utilizzando solo il naso e contemporaneamente fate esercizi di visualizzazione positiva, immaginate insomma le cose più belle e le situazioni più rilassanti in cui vorreste trovarvi.

5. Eliminare il caffè: nella mia personale esperienza questo è stato il punto più difficile ma allo stesso tempo il più risolutivo. Da quando non bevo praticamente mai caffè mi sono quasi dimenticata di cosa sia l’ansia, meglio sostituirlo del tutto (o il più possibile) con il tè verde.

6. Incrementare il consumo di frutta e verdura: questa è un’ottima abitudine che fa bene sia al corpo che allo spirito! Le vitamine e gli antiossidanti presenti in tutti i tipi di frutta e verdura hanno un potente effetto anti-stress e ci rendono ottimisti, per approfondire l’argomento potete leggere qui.

7. Ortoterapia: prendetevi cura di piante e fiori, oppure se avete un giardino ma anche un piccolo balcone create il vostro orto. Il contatto con la natura è un ottimo rimedio anti-stress e, se sarete disposti a dedicargli un po’ del vostro prezioso tempo e della vostra pazienza, vi ripagherà con tanta soddisfazione!

E’ evidente che questi sono consigli validi per chi soffre di ansia in maniera leggera o momentanea, per casi più seri oltre a questi piccoli consigli è bene rivolgersi ad uno psicoterapeuta che, a discapito di quanto qualcuno ancora pensa, non è affatto un professionista da cui vanno in cura i pazzi… dato che i veri “pazzi” sono coloro che, soprattutto in questi tempi difficili, non hanno abbastanza a cuore se stessi per lavorare sulla propria salute fisica e psicologica!

Amatevi, dunque…

Alla prossima

Francesca

Seguite il mio blog anche su Facebook, iscrivetevi alla pagina NaturoMania !

Twitter: NaturoManiaBlog

Leggi anche:

Fiori di Bach: dire NO alla paura con il Rescue Remedy

Aromaterapia: 10 oli essenziali da avere sempre in casa – parte 1

Aromaterapia: 10 oli essenziali da avere sempre in casa – parte 2

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Hello Fish!

Pesce, ne consumiamo troppo e male. Ecco come fare scelte responsabili

corsi pagamento

seguici su facebook