SOS raccolta differenziata: la carta e il cartone

carta 1 1

La carta è un materiale diffusissimo che, grazie al riciclo, può vivere una nuova vita anche dopo il primo utilizzo. Tuttavia, affinché ciò sia possibile, è necessario svolgere con molta cura la raccolta differenziata, per evitare di compiere errori banali che potrebbero inficiare l’intero processo di recupero. Quindi, cosa va gettato e cosa non deve essere gettato nel bidone della carta?

Innanzitutto, dobbiamo tenere presente che la carta può essere utilizzata più volte, prima di diventare un vero e proprio “rifiuto”. A esempio, le vecchie scatole possono essere impiegate per trasportare oggetti ed effetti personali, magari durante un trasloco; il lato bianco di fogli stampati o fotocopiati può essere usato per prendere appunti; i sacchetti con i manici possono essere utili per trasportare la spesa in più di un’occasione; i vecchi libri e le vecchie riviste possono essere donati alle biblioteche o ai mercatini dell’usato; i vecchi giornali possono trasformarsi in carta da regalo…

Nel momento in cui arriva il momento di gettare via la carta che abbiamo in casa, dobbiamo ricordare che sono riciclabili e quindi conferibili nell’apposito bidone della differenziata:

  • imballaggi in cartone ondulato;
  • contenitori in cartone per frutta e verdura;
  • carta e cartoncini (da cancelleria, da disegno, per fotocopie…);
  • giornali, fumetti, riviste;
  • libri, quaderni, opuscoli, pieghevoli, depliant;
  • sacchetti di carta (sia quelli del pane che quelli con i manici);
  • scatole e imballaggi in cartoncino per alimenti (purché non siano sporchi);
  • scatole di cartoncino varie (di medicinali, dentifrici, scarpe ecc.);
  • astucci e involucri in carta e cartoncino (come quelli della pasta o dello zucchero);
  • fascette ed etichette in carta e cartoncino;
  • contenitori Tetrapak (solo se il vostro Comune ne prevede la raccolta insieme alla carta).

Non possono essere gettati nel bidone della carta, in quanto non riciclabili:

  • tovaglioli, fazzoletti o bicchieri di carta sporchi;
  • carta oleata;
  • carta plastificata;
  • carta e cartone unti o con residui di colla o di altre sostanze;
  • scontrini;
  • carta autocopiante;
  • carta fotografica;
  • contenitori di prodotti pericolosi;
  • altre carte chimiche, sintetiche e tutti i materiali non cellulosici.

Nel bidone della carta vanno conferiti solo rifiuti puliti (quindi, attenzione ai cartoni della pizza – tutte le parti unte o con residui vanno gettate nell’indifferenziata), le scatole e gli scatoloni devono essere appiattiti mentre dalle buste commerciali va eliminata la finestrella plastificata.

Per ulteriori informazioni, potete consultare il sito del consorzio che gestisce il recupero della carta sul territorio italiano, il Comieco – Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica.

10 regali per i 10 anni di GreenMe

Scarica qui i regali che abbiamo scelto per te

Conto Deposito Esagon

Arriva il Conto Deposito che pianta gli alberi e riduce la CO2! Scopri di più>

corsi pagamento

seguici su facebook