burro di anacardi

Vi piacciono gli anacardi? Avete mai assaggiato il burro di anacardi? Si tratta di un’alternativa al più classico burro di arachidi che potrete preparare facilmente in casa con pochi ingredienti. Vi consigliamo di scegliere gli anacardi al naturale (non salati né tostati) per preparare il burro di anacardi, che altrimenti risulterebbe troppo salato.

Trovate gli anacardi al naturale sia al supermercato che nei negozi di prodotti biologici. Il burro di anacardi fatto in casa è ottimo da spalmare sul pane ma anche come condimento alternativo per i risotti e per altri piatti. Dopo aver sperimentato la preparazione del burro di mandorle e del burro di arachidi fatto in casa, ecco una nuova ricetta tutta da provare, dedicata ai golosi e a chi ama l’autoproduzione.

Impariamo a preparare in casa il burro di anacardi in modo semplice e veloce.

Ingredienti

  • 350 gr di anacardi al naturale
  • 1 cucchiaio d’acqua (se serve)
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • Tempo Preparazione:
    15 minuti
  • Tempo Cottura:
  • Tempo Riposo:
  • Dosi:
  • Difficoltà:
    bassa

Burro di anacardi: come prepararlo

Con gli ingredienti indicati otterrete circa 350 grammi di burro di anacardi. Preparate un barattolo di vetro ben pulito per conservare il vostro burro di anacardi al meglio.

Tostate gli anacardi per 5-10 minuti in padella o nel forno preriscaldato a 180°C, fino a quando diventeranno leggermente dorati. Versate gli anacardi nel boccale del frullatore o nel robot da cucina.

Iniziate a frullare per un paio di minuti fino a quando gli anacardi diventeranno una farina grossolana. Poi continuate a frullare. Noterete che via via gli anacardi sprigioneranno i loro oli naturali e si trasformeranno in una crema.

Chi ha un robot da cucina abbastanza potente può preparare il burro di anacardi semplicemente frullandoli con un pizzico di sale. Chi invece usa un normale frullatore può facilitare il tutto aggiungendo un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e un cucchiaio d’acqua (l'acqua solo se serve, per rendere il composto più facile da frullare).

Il vostro burro di anacardi sarà pronto quando risulterà ben omogeneo. Il consiglio è di frullare gli anacardi in più fasi. Tra una fase e l’altra utilizzate un cucchiaino per spingere verso il centro gli anacardi che rimangono sui bordi.

Il burro di anacardi fatto in casa si conserva in frigorifero per circa una settimana. È davvero semplice da preparare, non vi resta che sperimentare.

Se invece volete preparare una semplice salsa di anacardi da usare al momento, magari per condire la pasta in modo un po’ diverso dal solito o per accompagnare le patate al forno o le verdure, lasciate in ammollo in una ciotola d’acqua per un paio d’ore (o anche per tutta la notte) una manciata di anacardi. Poi vi basterà scolarli e frullarli con un pochino di acqua dell’ammollo, un filo d’olio e un pizzico di sale. Provate!

Marta Albè

Leggi anche:

monge

Monge

10 cose da sapere prima di accogliere un cucciolo in casa

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram