Zona arancione e zona gialla: le regioni confermate e quelle a rischio restrizioni da lunedì 10 gennaio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Zona arancione e zona gialla. Da lunedì 10 gennaio ecco le regioni confermate e quelle a rischio restrizioni

Zona arancione e zona gialla. Da lunedì 10 gennaio passano in gialla anche Abruzzo, Toscana, Valle d’Aosta ed Emilia-Romagna, mentre sono a rischio arancione Calabria, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Trento e Piemonte. La Liguria, per ora, sembra aver scongiurato, ma da domani 9 gennaio fino al 19 sono 42 i comuni siciliani ad essere in zona arancione per ordinanza del Presidente Musumeci.

Almeno fino al 31 marzo 2022 l’Italia resta a colori e ogni settimana si procede con il monitoraggio dei parametri che determina restrizioni e possibili chiusure in tutte le regioni del nostro Paese.

Si osserva un drastico peggioramento dell’epidemia con una incidenza settimanale che a livello nazionale raggiunge i 1.700 casi per 100.000 abitanti – si legge sul sito del ministero della Salute – La velocità di trasmissione nella settimana di monitoraggio è ulteriormente aumentata nella maggior parte delle regioni italiane

La zona gialla scatta al raggiungimento di tre parametri:

  • incidenza settimanale dei nuovi contagi Covid-19 ogni 100mila abitanti uguale o superiore a 50 casi
  • tasso di occupazione dei posti letto ospedalieri nei reparti ordinari al 15%
  • tasso di occupazione dei posti letto nelle terapie intensive al 10%

Si passa invece in zona arancione quando:

  • l’incidenza sfora i 150 casi per 100mila abitanti
  • la percentuale di posti letto nelle terapie intensive va oltre il 20%
  • il tasso di ricoveri in area medica supera il 30%

Per la prima volta si osservano segnali plurimi di allerta a livello regionale nelle attività di sorveglianza – continua il ministero – e indagine dei contatti che porta in numerose regioni il non raggiungimento della qualità minima dei dati sufficiente alla valutazione del  rischio e la conseguente classificazione a rischio non valutabile che equivale a rischio alto

E così i colori “peggiorano”.

Per le attività consentite nelle varie zone con e senza il greenpass base e rafforzato, è possibile consultare la tabella disponibile a questo link.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: ministero della Salute / Ansa

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook