Tamponi rapidi fai-da-te: quale comprare? Questi sono i test più efficaci in commercio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quali sono i test antigenici fai da te più efficaci presenti al momento sul mercato? E quando andrebbero eseguiti?

Non conservare così l'avocado: è pericoloso

Tamponi rapidi fai da te sì o no? Questo è il dilemma. Tanti credono che siano poco affidabili o quasi per niente e che quindi sia meglio optare sempre per quelli eseguiti nei laboratori o nelle farmacie. In realtà, però, se fatti nei tempi giusti e in maniera corretta, anche quelli “casalinghi” possono rivelarsi efficaci a confermare la positività al Covid. Ma quando andrebbero fatti? E soprattutto… quali sono i migliori presenti al momento sul mercato? Per dare una risposta a quest’ultima domanda l’associazione Altroconsumo ha condotto un’indagine per individuare i tamponi più sensibili e dunque più affidabili.

Quando ricorrere ai tamponi fai da te e come eseguirli

I test rapidi fai da te presentano diversi vantaggi, a partire dal costo contenuto e dai risultati estremamente rapidi. Inoltre, sono facili da utilizzare o poco invasivi (al contrario dei tampini molecolari). Per ottenere un buon risultato però è fondamentale imparare ad eseguire il test e quindi prima di farlo bisogna sempre leggere con attenzione le istruzioni (che possono variare da un produttore all’altro) riportate nel kit.

Ma quando si dovrebbe optare per il tampone rapido fai da te? Nonostante spesso si adoperato anche da soggetti asintomatici, in realtà questo tipo di test è stato pensato innanzitutto per le persone che hanno già sintomi del Covid. Al contrario del molecolare (che può rilevare tracce del genoma virale anche a distanza di oltre due settimane dal contagio), i test antigenici funzionano in caso di carica virale piuttosto alta. Quindi può capitare che quando quest’ultima è bassa il risultato non sia affidabile.

È importante tenere presente  che dopo il contagio c’è un periodo di incubazione di circa 2-3 giorni, periodo durante il quale il rapido può quindi risultare negativo. Il momento migliore per eseguire un test antigenico va da circa 4-5 giorni giorni dopo il contatto a rischio con un soggetto positivo fino a 8 giorni dopo. E se si hanno sintomi il risultato sarà più affidabile.

Leggi anche: Covid: quanto sono affidabili i test rapidi fai da te? Lo studio

I migliori test antigenici fai da te sul mercato

In commercio, sia nelle farmacie che nei negozi online, si trovano ormai numerosi test fai da te, ma come orientarsi in questo mare magnum? A svelarcelo è l’indagine condotta di recente da Altromercato che ne ha analizzato una 30ina di test (sia salivarli che nasali) di diversi brand, in modo da valutarne in laboratorio la loro sensibilità. Ecco quali sono quelli che danno i risultati più attendibili e quali sono, invece, meno affidabili:

tamponi

tamponi rapidi fai da te

@Altroconsumo

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Altroconsumo 

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook