Stato d’emergenza Covid: il Governo sta valutando di prorogarlo fino alla fine del 2021

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Governo Draghi sta valutando di estendere lo stato di emergenza fino alla fine del 2021, ma l'ipotesi divide il mondo della politica

Ecco il carrello smart per la spesa

In Italia è scontro aperto sulla proroga dello stato d’emergenza per il Covid. In un primo momento la data di scadenza era stata fissata per il 31 luglio, ma il Governo Draghi sta valutando di estenderlo fino alla fine del 2021, ipotesi che sta dividendo il mondo della politica. Dietro questa decisione ci sarebbero innanzitutto due fattori: il rallentamento della campagna vaccinale (anche a seguito dello stop dei vaccini AstraZeneca e J&J agli under 60) e la diffusione della variante Delta.

Nel nostro Paese lo stato d’emergenza è in vigore dal 31 gennaio 2020 ed è stato prorogato più volte. Tale condizione giuridica attribuisce al Governo e alla Protezione civile poteri straordinari o speciali, come abbiamo visto negli ultimi mesi. In passato è stato dichiarato centinaia di volte, ma sempre per un periodo di tempo e un territorio limitato.

Leggi anche: Zona bianca: tutte le regole di regioni e province con meno contagi

Il Governo non ha ancora deciso 

Proprio ieri, ai microfoni del quotidiano la Stampa, il ministro della Salute Roberto Speranza è intervenuto sulla questione della proroga dello stato d’emergenza, spiegando che il Governo non ha ancora preso una decisone. 

Non abbiamo ancora deciso, ci sarà una valutazione, 45 giorni durante una pandemia sono un tempo notevole per poter fare previsioni. – ha dichiarato Speranza – Ma sarebbe bello chiudere con lo stato di emergenza, dare un segnale positivo al Paese. Se così fosse, però, dovremo individuare la strada normativa per prolungare l’attività del Comitato tecnico-scientifico e della struttura del commissario Figliuolo

Ma l’ipotesi della proroga fino alla fine dell’anno sembra sempre più concreta.

La discussione è ancora in corso, ma la proroga dello stato di emergenza è molto sensata oltre l’autunno – ha affermato afferma il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, ospite a Tgcom 24 –”Sul fronte sanitario il peggio è alle nostre spalle, ma non è finita. Lo dimostra la necessità di monitorare le varianti, la sorveglianza immunologica, l’attesa per quello che succederà in l’autunno, e dobbiamo completare ancora la vaccinazione della popolazione adulta fino ai tre quarti. Se passato l’autunno le cose dovessero andare come immaginiamo, con il virus messo all’angolo e contenuto, non servirà più lo stato di emergenza, ma questo non possiamo ancora dirlo né noi né il mondo intero.

Ma la soluzione della proroga divide il mondo della politica.

Un’ipotesi che, se confermata, sarebbe folle e che come Fratelli d’Italia ci vede nettamente contrari” – commenta Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia – Ad un anno e mezzo dallo scoppio dell’epidemia non è più accettabile che le più elementari norme della democrazia e i principi dello Stato di diritto come la libertà di movimento e d’impresa possano essere calpestati o violati dal governo nel nome dell’emergenza. 

Dello stesso parere anche il leader della Lega Matteo Salvini che, secondo cui “non ci sarebbero i presupposti per trascinare lo stato di emergenza.”

Il parere degli esperti sulla proroga dello stato d’emergenza 

Sull’eventuale proroga fino al 31 dicembre sono intervenuti anche diversi esperti, favorevoli alla luce della diffusione crescente delle varianti.

“È giusto prorogare lo stato d’emergenza fino a dicembre, per dare una flessibilità all’organizzazione in una situazione che per ora va bene, ma che potrebbe darci un colpo di coda. – commenta il virologo Fabrizio Pregliasco, docente dell’Università Statale di Milano – E quindi ben venga una flessibilità mantenuta nel tempo”. 

Anche secondo Massimo Andreoni, primario di Infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma, la proroga rappresenta una scelta saggia. 

Sono d’accordo e credo sia giusto – osserva Andreoni – Ci sono le varianti. In alcuni Paesi europei ci sono focolai con casi in aumento, e dopo le ultime vicende su AstraZeneca le vaccinazioni potrebbero rallentare. Dobbiamo farci trovare preparati in autunno e per farlo serve un prolungamento dello stato di emergenza

Fonte: Adnkronos 

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook