Covid-19, prove insufficienti a raccomandare un secondo booster di vaccino. Lo conferma l’Ema

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una quarta dose di vaccino anti Covid per ora non è raccomandata a tutti, in quanto le prove raccolte finora non sono sufficienti per confermare come un secondo booster sia effettivamente utile a rinforzare il sistema immunitario contro il virus. Lo ha dichiarato in conferenza stampa Marco Cavaleri, che guida la strategia vaccinale dell’Ema.

Al minuto 7:14 della conferenza periodica Ema Cavalieri inizia proprio a riferire sulla possibile quarta dose di vaccino anti Covid e dichiara in modo netto come attualmente non ci siano prove scientifiche sufficienti per raccomandarla alla popolazione generale, Né da sperimentazione cliniche né dal mondo reale, ovvero da quanto accade in Paesi non Ue (es. Israele).

Queste dichiarazioni confermano quanto affermato nella precedente conferenza stampa, nel corso della quale Cavalieri sosteneva come fosse preoccupante una strategia di contenimento della pandemia di Covid-19 che prevede vaccinazioni a distanza anche di 3-4 mesi.

Nel frattempo, comunque, aumentano le difese contro il virus dal mondo delle cure, dopo le recenti approvazioni delle pillole anti Covid Paxlovid e Molnupiravir.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Ema/Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook