Omicron: i sintomi (anche insoliti) nei bambini a cui i prestare attenzione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La variante Omicron si sta diffondendo molto rapidamente, anche tra i bambini. Ecco i sintomi a cui prestare attenzione nei più piccoli

La variante Omicron si sta diffondendo molto rapidamente, anche tra i bambini. Ecco i sintomi a cui prestare attenzione nei più piccoli

La variante Omicron del Coronavirus è sempre più diffusa, a causa della grande facilità con cui si può trasmettere. Il Covid-19 è divenuto una vera e propria malattia pediatrica, poiché è sempre più alto il numero di bambini contagiati. Ma quali sono i sintomi più evidenti nei più piccoli? I sintomi del Covid nei bambini, di cui i genitori dovrebbero essere a conoscenza, sono: 

  • temperatura elevata
  • tosse continua 
  • fatica a respirare
  • perdita o cambiamento dell’olfatto o del gusto
  • eruzione cutanea insolita
  • dolore alle orecchie.

Gli studiosi hanno affermato che i segni della variante negli adulti sono differenti, tra questi segnaliamo:

  • naso che cola
  • mal di testa
  • affaticamento (lieve o grave)
  • starnuti
  • perdita o variazione di gusto e olfatto
  • mal di gola.

Inoltre, i medici stanno iniziando a segnalare anche casi di sintomi più insoliti, come forte sudorazione notturna ed eruzioni cutanee.

I casi stanno aumentando di settimana in settimana da quando la variante è stata trovata per la prima volta, e i ricercatori hanno avvertito che le nuove cifre sul Coronavirus dipingono un quadro preoccupante proprio a causa dell’alto tasso di contagi e la velocità di propagazione della nuova variante; l’unica nota positiva è che secondo i dati preliminari Omicron è più mite della variante Delta. (Leggi anche: Contatto con un positivo: come cambia la quarantena Covid a partire da oggi, per vaccinati e non).

I ricercatori stanno ancora imparando a conoscere la nuova variante, quindi è troppo presto per dire con certezza se Omicron causi malattie più lievi su larga scala. Ma Omicron è altamente contagioso, ha affermato il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità.

“Anche se Omicron causa malattie meno gravi, il numero di casi potrebbe ancora una volta sopraffare i sistemi sanitari impreparati”, ha affermato il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus. Inoltre, non è chiaro quanto Omicron possa avere un impatto di long Covid , poiché la variante è stata scoperta solo a novembre.

Per rallentare la diffusione, è sempre opportuno continuare a rispettare le linee guida.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: American Academy of Pediatrics

Sul Covid ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook