Trucchi infallibili per non fare appannare gli occhiali con la mascherina FFP2

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ecco qualche espediente utile a chi indossa gli occhiali da vista per impedire il continuo appannamento delle lenti

Ecco qualche espediente utile a chi indossa gli occhiali da vista per impedire il continuo appannamento delle lenti dovuto all’utilizzo della mascherina

Chi porta gli occhiali ben conosce questo tipo di problema: l’obbligo di indossare la mascherina – soprattutto quella FFP2, che è più protettiva della chirurgica – provoca un fastidiosissimo appannamento delle lenti, talvolta tanto forte da impedire la visione e da costringere a togliere gli occhiali per portare la mascherina. Non si tratta di un inconveniente da poco: una visione parziale, specie se si è alla guida, può trasformarsi in un rischio serio per l’incolumità nostra e degli altri utenti della strada – ecco perché trovare dei rimedi che limitino l’entità del problema è molto importante. Ecco qualche consiglio per indossare correttamente la mascherina senza rischiare di non vedere più nulla. (Leggi anche: Come evitare che la mascherina ffp2 ti appanni gli occhiali)

Scegliere la mascherina adatta

Le mascherine in commercio sono tendenzialmente di misura standard, ma esistono dei brand che confezionano dispositivi sanitari di misure diverse per adattarsi meglio al volto di chi li indossa: una mascherina che non si adatta bene al viso, infatti, permette all’aria calda proveniente dal nostro naso di salire verso gli occhiali e appannare così i vetri.

Se non si riescono a reperire mascherine di taglia personalizzata, possiamo procedere almeno cambiando gli elastici o investendo in un accessorio di gomma elastica che si stringe dietro la nuca, permettendo una maggiore aderenza del dispositivo di sicurezza individuale.

Pulire gli occhiali con i prodotti giusti

Uno studio condotto qualche anno fa ha dimostrato come lavare gli occhiali con alcuni prodotti che comunemente abbiamo in casa limiti almeno in parte il fenomeno dell’appannamento delle lenti: sapone per i piatti, dopobarba o shampoo possono rivelarsi un valido aiuto contro l’appannamento, poiché creano una “pellicola” protettiva sulle lenti che impedisce la formazione della condensa. Basta pulire le lenti con acqua tiepida e il prodotto scelto e poi lasciare asciugare all’aria per avvertire i benefici di questo metodo sulla nostra visione con gli occhiali.

Meglio evitare invece il rimedio del dentifricio per pulire le lenti e prevenire l’appannamento: si tratta di una sostanza molto aggressiva che potrebbe rovinare le lenti o addirittura graffiarle, costringendoci ad investire presto in un nuovo paio di occhiali. Sconsigliamo anche l’utilizzo di spray anti-nebbia per contrastare la condensa sugli occhiali: secondo un recente studio, infatti, questi prodotti contengono sostanze chimiche dette PFAS, pericolosissime per la nostra salute.

Sigillare la mascherina

In commercio esistono molti espedienti meccanici che permettono di “sigillare” la parte superiore della mascherina ed impedire all’aria calda del nostro respiro di salire verso gli occhiali e appannarli. Possiamo investire qualche euro nell’acquisto, per esempio, di clip per mascherine anti-appannamento, che bloccano la mascherina sul setto nasale e impediscono la fuoriuscita dell’aria, o per cuscinetti nasali adesivi che faranno aderire perfettamente la mascherina al volto; in alternativa, possiamo sigillare la mascherina al naso con un pezzetto di nastro adesivo di carta.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook