Dall’obbligo delle mascherine all’aperto alla chiusura delle discoteche: tutte le nuove restrizioni del Decreto Festività

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Approvato il decreto Festività: vediamo nel dettaglio quali sono le nuove restrizioni in vigore a partire dal 24 dicembre

Da oggi, 24 dicembre, entra in vigore il decreto Festività, approvato ieri dal Consiglio dei Ministri. Numerose le nuove restrizioni introdotte per contenere i contagi di Covid-19 in questo periodo di feste, a partire dall’obbligo di indossare le mascherine all’aperto anche in zona bianca. Vediamo nel dettaglio tutte le regole a cui dovremo abituarci.

Leggi anche: Prorogato lo stato d’emergenza fino a marzo 2022. Cosa cambia per viaggi e lavoro

Riduzione della durata del Green pass 

Un’importante novità riguarda la questione della certificazione verde: dal 1° febbraio 2022 la durata del Green pass è ridotta da 9 a 6 mesi. 

Obbligo di mascherine all’aperto 

Per quanto riguarda le mascherine, dall’entrata in vigore del decreto sarà obbligatorio indossarle anche all’aperto su tutto il territorio nazionale, quindi anche in zona bianca. 

Mascherine FFP2 al cinema, agli eventi sportivi e sui mezzi trasporto

Da oggi scatta anche l’obbligo di indossare le mascherine FFP2 al cinema, al teatro e durante gli eventi sportivi, oltre che sui mezzi di trasporto.

Leggi anche: Mascherine Ffp2: ecco dove saranno obbligatorie a partire da oggi

Stop alle feste e concerti in piazza e all’aperto 

Un altro punto su cu si è trovato un accordo è il divieto di organizzare feste, eventi, concerti in piazza e all’aperto fino al 31 gennaio 2022.

Discoteche chiuse

Sempre fino al 31 gennaio dovranno restare chiuse discoteche, sale da ballo e locali simili. 

Consumazione al banco solo per chi ha il Super Green pass

Fino al 31 marzo 2022 si prevede l’estensione dell’obbligo del Super Green pass sia per mangiare al chiuso che al banco di bar e ristoranti. Inoltre, viene viene vietato il consumo di cibi e bevande al cinema, al teatro e agli eventi sportivi. 

Nuove regole per i visitatori in strutture socio-sanitarie e Rsa 

Da oggi sarà concesso entrare per far visita alle strutture residenziali, socio-assistenziali e socio-sanitarie solo ai soggetti muniti di Green Pass rafforzato e tampone negativo o a coloro che hanno già ricevuto la terza dose. 

Riduzione tempistica terza dose 

Inoltre, con ordinanza del Ministro della salute, il periodo minimo per la somministrazione della terza dose sarà ridotto da 5 a 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario.

Estensione del Green Pass rafforzato

Con il decreto Festività si estende anche l’obbligo del Super Green Pass a:

  • piscine al chiuso, palestre e sport di squadra;
  • musei e mostre
  • centri benessere al chiuso e centri termali (salvo che per livelli essenziali di assistenza e attività riabilitative o terapeutiche);
  • parchi tematici e di divertimento
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi al chiuso (esclusi i centri educativi per l’infanzia)
  • sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò

Green Pass anche per partecipare ai corsi di formazione privati

Il nuovo decreto estende l’obbligo di Green Pass anche ai corsi di formazione privati svolti in presenza.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Governo

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook