Mascherine obbligatorie all’aperto e Ffp2 al chiuso, green pass a 6 mesi: tutte le misure del Cdm

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Divieto di eventi all’aperto fino al 31 dicembre, durata ridotta a 6 mesi del Green Pass e obbligo in tutta Italia di mascherine all’aperto e dell’uso di Ffp2 a eventi, spettacoli e sui mezzi di trasporto. Il Cdm approva il decreto “Festività”

Si è appena concluso il Consiglio dei Ministri e numerose sono le nuove restrizioni proposte per contenere i contagi di Covid-19 in questo periodo di festività. Dal 30 dicembre e fino alla cessazione dello stato di emergenza “l’accesso alle sale da ballo, discoteche e locali assimilati, dove si svolgono eventi o feste comunque denominate, aperti al pubblico, è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una certificazione verde Covid-19, rilasciata a seguito della somministrazione della dose di richiamo successivo al ciclo vaccinale primario”.

Sono alcune delle misure esaminate nella Cabina di regia sulle nuove misure di contrasto al Covid alla luce della variante Omicron che si è svolta a Palazzo Chigi. Lo si legge nella bozza del dl Festività. Vediamo nel dettaglio tutte le novità.

Leggi anche: Prorogato lo stato d’emergenza fino a marzo 2022. Cosa cambia per viaggi e lavoro

Riduzione della durata del Green pass 

Dal 1° febbraio 2022 riduzione della durata del green pass vaccinale da 9 a 6 mesi.

Super Green pass

Dal 30 dicembre l’accesso a musei e luoghi di culturapiscinepalestre e sport di squadra, centri benessere e centri termali, centri culturali, sociali e ricreativi, sale gioco, sale bingo e casinò sarà consentito solo a chi ha il super green pass, quindi solo ai vaccinati e ai guariti.

Obbligo di mascherine all’aperto 

Per quanto riguarda le mascherine, si è discusso dell’obbligo di indossarle anche all’aperto su tutto il territorio nazionale, quindi anche in zona bianca. 

Mascherine FFP2 al cinema, agli eventi sportivi e sui mezzi trasporto

Nella bozza viene previsto l’obbligo di mascherine all’aperto anche in zona bianca. Inoltre, fino alla fine dello stato di emergenza, viene introdotto l’obbligo di FFP2 in stadi e palazzetti, così come in cinema e teatri, sale da concerto, locali con musica dal vivo e anche sui mezzi di trasporto (anche TPL). In questi luoghi, è vietato il consumo di cibo e bevande

Prezzi calmierati per le FFP2

In base a quanto si apprende, il Governo sta valuta prezzi calmierati per mascherine FFP2 (in particolare per gli studenti), alla luce dell’introduzione dell’obbligo nei cinema, nei teatri, agli eventi sportivi e sui mezzi di trasporto.

Stop alle feste in piazza e all’aperto 

Divieto di organizzare feste in piazza e all’aperto fino al 31 gennaio. In realtà già diversi sindaci e Regioni si erano mossi in questa direzione per contenere la diffusione dei contagi. 

Consumazione al banco solo per chi ha il Super Green pass

Fino al 31 dicembre 2021 si prevede l’estensione dell’obbligo del Super Green pass sia per mangiare al chiuso che al banco di bar e ristoranti. Inoltre, viene viene vietato il consumo di cibi e bevande al cinema, al teatro e agli eventi sportivi. 

Tampone o terza dose di vaccino per  feste e serate in discoteca 

Dal 30 dicembre fino alla fine dello stato di emergenza, “l’accesso a sale da ballo, discoteche e locali, dove si svolgono eventi o feste è consentito esclusivamente ai soggetti con certificazione verde rilasciata dopo la somministrazione della dose di richiamo successivo al ciclo vaccinale primario”, si legge nella bozza del dl Festività. L’accesso è consentito anche a chi abbia due dosi di vaccino o sia guarito e congiuntamente presenti l’esito negativo del test antigenico rapido o molecolare. La decisione finale verrà presa nel corso del Cdm.

Riduzione tempi per la terza dose 

Da quanto emerge dalla Cabina di regia, il Ministro della Salute è intenzionato a ridurre il periodo minimo per la somministrazione della terza dose da 5 a 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Ansa

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook