Le mascherine FFP2 certificate per bambini non esistono, non facciamoci ingannare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È scattato l'obbligo di indossare le mascherine FFP2 in vari casi anche per i bimbi con più di 6 anni, ma quelle certificate non si trovano

Ecco il carrello smart per la spesa

È scattato l’obbligo di indossare le mascherine FFP2 in diversi luoghi anche per i bambini che hanno più di 6 anni, ma in giro mancano i dispositivi di protezione individuale certificati, concepiti proprio per i più piccoli

A seguito della nuova normativa che in alcuni casi prevede l’uso obbligatorio dei dispositivi di protezione individuale FFP2 sopra i 6 anni, è iniziata la corsa all’acquisto delle mascherine per i più piccoli. Ma c’è un problema. In realtà le mascherine FFP2 per bambini semplicemente non esistono. Ad accendere di nuovo i riflettori sulla questione è stata la trasmissione Striscia La Notizia, che già lo scorso marzo aveva affrontato l’argomento in un’inchiesta.

Un paio di giorni fa l’inviato Moreno Morello è tornato sulla vicenda, svelando come siano fuorvianti le scritte sulle confezioni delle mascherine FFP2 destinate ai bambini. Negli scorsi mesi le forze dell’ordine hanno sequestrato grandi quantità di dispositivi di protezione individuale FFP2 che riportavano le scritte “bambini”, “kids”, “pediatriche” in quanto quelle diciture traevano in inganno gli acquirenti.

Leggi anche: Mascherine Ffp2: ecco dove saranno obbligatorie a partire da oggi

Perché non si trovano mascherine FFP2 a norma per bambini

Ma perché non si trovano mascherine FFP2 certificate per i bimbi? Il motivo è che essendo originariamente prodotte come dispositivi di protezione per alcune categorie di lavoratori, la norma EN 149:2001 + A:2009 – che ne regola le caratteristiche – non prende in considerazione i bambini. In realtà in Paesi come la Cina esistono delle mascherine pensate proprio per i più piccoli dai sei ai 14 anni, non solo con dimensioni ridotte ma ancora più sicure e delicate (in quanto prive di sostanze potenzialmente nocive), ma questo standard non è riconosciuto in Europa.

A confermare l’inesistenza delle mascherine FFP2 certificate per bambini – almeno sul nostro mercato – ai microfoni di Striscia La Notizia anche il direttore generale di UNI (Ente Italiano di Normazione) Ruggero Lensi, che spiega:

“Le mascherine filtranti Ffp2 sono state immesse nel mercato dell’Unione Europea come dispositivi di protezione delle vie respiratorie per i lavoratori. Quindi non esistono Ffp2 certificate per bambini. I minori non sono stati considerati nella norma perché non sono lavoratori e alcuni parametri sono adatti solo agli adulti. Esistono Ffp2 di taglia piccola, ma non possono essere considerate valide per i bambini”.

Così, i produttori hanno cambiato strategia inserendo “taglia small”, che – attenzione – sono concepite per chi ha un viso più piccolo, non specificamente per i bambini. Naturalmente, ogni genitore è liberissimo di acquistarle per i proprio figli, ma l’importante è non farsi ingannare dalle scritte “FFP2 per bambini”, dato che non esistono. Inoltre, come spiega Federfarma al tg satirico, l’accordo tra Governo e farmacie non prevede prezzi calmierati di 0,75 centesimi per mascherine colorate o comunque destinate ai bambini.

Mascherine FFP2: quando sono obbligatorie per i ragazzini

Sebbene i bambini sotto i 6 anni siano esonerati dall’obbligo di indossare la mascherina, con l’ultimo decreto è obbligatorio usare la FFP2 per chi ha più di sei anni su tutti  i mezzi di trasporto pubblico, nei musei, cinema, teatri e agli eventi sportivi sia al chiuso che all’aperto.

Inoltre, sia alle scuole medie che alle superiori è obbligatorio indossare i dispositivi di protezione FFP2 per almeno 10 giorni nel caso in cui si sia registrato un caso di positività al Covid in classe.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Striscia La Notizia

Sulle mascherine ti potrebbero interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook