Astrazeneca e Johnson: trovato nuovo (e raro) effetto collaterale dei vaccini Covid da aggiungere ai bugiardini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In rari casi la somministrazione dei vaccini Astrazeneca e Johnson & Johnson ha portato a un nuovo effetto collaterale che ora l'EMA chiede di aggiungere ai bugiardini

In rari casi la somministrazione del vaccino anti-Covid Astrazeneca e Johnson & Johnson ha portato a un nuovo, grave effetto collaterale che ora l’EMA chiede di aggiungere ai bugiardini

Mielite trasversa: in rari casi la somministrazione del vaccino Astrazeneca (ora Vaxzevria) e Johnson & Johnson ha portato a questo grave effetto collaterale. Lo ha riconosciuto il Pharmacovigilance Risk Assessment Committee (Prac) dell’Ema, l’Agenzia europea del farmaco, che ne raccomanda l’indicazione sui relativi foglietti illustrativi.

Il comitato, in  particolare, ha esaminato le informazioni disponibili sui casi segnalati a livello globale, compresi quelli nel database europeo per sospetti effetti collaterali (EudraVigilance), così come i dati disponibili nella letteratura scientifica, con entrambi i vaccini.

E ha concluso che una relazione causale tra questi due vaccini e la mielite trasversa è almeno una possibilità ragionevole. Il profilo rischio-beneficio di entrambi i vaccini rimane comunque invariato, ma è raccomandata l’indicazione per sensibilizzare sia gli operatori sanitari che le persone che ricevono questi vaccini.

Che cos’è la mielite trasversa

La mielite trasversa è una rara condizione neurologica caratterizzata da un’infiammazione di uno o entrambi i lati del midollo spinale, che può causare debolezza alle braccia o alle gambe, sintomi sensoriali (come formicolio, intorpidimento, dolore o perdita della sensazione di dolore) o problemi alla funzione della vescica o dell’intestino.

Gli operatori sanitari dovrebbero prestare attenzione ai segni e ai sintomi della mielite trasversa, consentendo diagnosi precoci, cure di supporto e trattamento – si legge sul sito dell’Ema – Si consiglia alle persone che ricevono uno di questi vaccini di rivolgersi immediatamente a un medico se sviluppano sintomi di questa condizione

Cosa accadrà ora

Il monitoraggio degli effetti collaterali, come per tutti i farmaci, è parte della farmaco vigilanza, ed è per questo che tutti noi siamo invitati alle segnalazioni, che contribuiscono ad avere il quadro più aggiornato possibile.

Comunque l’Ema continuerà a monitorare da vicino questo problema e comunicherà ulteriormente se saranno disponibili nuove informazioni.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Ema

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook