Oggi e domani siamo in zona gialla rafforzata: cosa si può fare e cosa no

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Da oggi è in vigore il decreto ponte approvato nei giorni scorsi dal Consiglio dei ministri e relativo al periodo che va da oggi 7 gennaio al 15. In attesa di sapere se e come l’Italia tornerà divisa in fasce, ecco cosa possiamo fare oggi e domani nella cosiddetta zona gialla rafforzata.

Di fatto il decreto ha esteso le restrizioni previste per le festività e sabato e domenica prossima si tornerà in zona arancione ma oggi e domani abbiamo qualche concessione in più. Vediamo quali sono i divieti e cosa possiamo fare prima del week end.

Cosa possiamo fare oggi e domani nella zona gialla rafforzata

Ooggi 7 e domani 8 gennaio l’Italia è di nuovo in zona gialla. Di fatto, sono stati riaperti bar e ristoranti fino alle 18, prevedendo un massimo di 4 persone non conviventi al tavolo. Secondo quanto previsto dalle norme relative a tali zone

“i ristoranti e le altre attività di ristorazione, compresi bar, pasticcerie e gelaterie, sono aperti con possibilità di consumo all’interno dalle 5 alle 18. Dalle 5 alle 22 è consentita anche la vendita da asporto. La consegna a domicilio è consentita senza limiti di orario, ma deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti”.

In questi giorni inoltre si può uscire per fare la spesa in un comune diverso da quello in cui si vive e si può uscire per acquistare beni diversi da quelli alimentari. Anche negozi e centri commerciali potranno svolgere regolarmente attività così come parrucchieri ed estetisti.

Infine, rimane consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, anche da un’altra regione.

Cosa è vietato oggi e domani nella zona gialla rafforzata

Al contrario di quanto previsto prima di Natale, si tratta di una zona gialla “rafforzata“. Ciò significa che sarà vietato lo spostamento tra regioni e province autonome salvo comprovate esigenze lavorative,  di necessità e  di salute che vanno documentate tramite autocertificazione.

Per scaricare il modulo per l’autocertificazione CLICCA QUI

E come appena detto, anche per il rientro presso la propria residenza. Non sarà possibile però spostarsi nelle seconde case situate al di fuori della regione o della provincia autonoma.

Sempre valido il coprifuoco dalle 22 alle 5 e rimangono vietati anche gli assembramenti e le feste sia nei locali pubblici che nei luoghi privati.

Fonti di riferimento: Ministero della salute, Governo

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook