Solar Impulse, missione compiuta: gli Stati Uniti da costa a costa senza carburante

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È volato da una costa all’altra degli Stati Uniti, senza usare una sola goccia di carburante. E sabato ha completato la sua corsa. È Solar Impulse, l’aereo ad energia solare. Partito lo scorso maggio da Phoenix per il suo tour a tappe negli Usa, il velivolo ha concluso la sua Across America sabato 6 luglio, atterrando a New York con ben tre ore di anticipo rispetto alla tabella di marcia.

Ma non è stato tutto rose e fiori. I piloti di Solar Impulse hanno dovuto rinunciare al volo celebrativo sopra la Statua della Libertà a causa di un problema all’ala sinistra. L’atterraggio ha avuto luogo comunque senza grossi problemi all’aereporto JFK di New York, alle 23.10 circa ora locale.

L’aereo ad energia solare è stato pilotato da Bertrand Piccard e André Borschberg, che hanno avuto il primato di aver volato giorno e notte su un velivolo alimentato esclusivamente dall’energia solare, attraversando gli Stati Uniti dalle coste del Pacifico a quelle dell’Atlantico, utilizzando solo il Sole.

L’ultimo volo, da Washington Dulles a New York è durato 18 ore e 23minuti, con partenza da alle 04:46 di sabato 6 luglio e arrivo poco dopo le 23. “Questa ultima tappa è stata particolarmente difficile a causa del danneggiamento del tessuto dell’ala sinistra”, ha detto André Borschberg poco dopo l’atterraggio. “Alla fine, questo non ci ha impedito di portare a termine la nostra missione ‘Across America’ e ha fornito una preziosa esperienza di apprendimento in preparazione del tour intorno al mondo nel 2015“.

solar impulse involo

Partito da Phoenix, lo scorso 3 maggio, prima del volo conclusivo verso New York, Solar Impulse ha fatto tappa a Dallas-Fort Worth, St. Louis, Cincinnati e Washington DC. Qui si è fermato per dare la possibilità al team di organizzare proiezioni pubbliche e incontri politici per promuovere le tecnologie pulite, l’efficienza energetica e e e la diffusione delle energie rinnovabili nel settore.

Volare da costa a costa è sempre stata una pietra miliare mitica piena di sfide per i pionieri dell’aviazione. Durante questo viaggio, abbiamo dovuto trovare soluzioni per un sacco di situazioni impreviste, che hanno costretto a sviluppare nuove abilità e strategie. In tal modo, abbiamo anche spinto i confini delle tecnologie pulite e delle energie rinnovabili a livelli senza precedenti “, ha detto Bertrand Piccard, presidente e pilota di Solar Impulse.

La prossima tappa sarà ancora più ambiziosa, il giro del mondo senza carburante nel 2015.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Solar Impulse, l’aereo solare vola senza carburante da una costa all’altra degli Usa

Solar Impulse, l’aereo ad energia solare non è più leggenda

Solar impulse, l’aereo ad energia solare vola anche di notte

Decollato Solar Impulse: l’aereo solare ha volato per tutta la notte in autonomia

Image: Solar Impulse

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook