SkyRide Technology: dall’inventore dei Rollerblade, la monorotaia a “pedalata assistita” dai pannelli solari

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I Rollerblade hanno messo le ali. E si sono trasformati in un mezzo di trasporto… aereo, ovviamente ecologico al 100%. E che, ovviamente, si muove solo grazie a una, seppure piccola (stando a quanto promesso) forza muscolare. Nei giorni scorsi ad Abu Dhabi, durante il WORLD FUTURE ENERGY SUMMIT 2011 è stato presentato il primo prototipo della SkyRide Technology, lo SkyRower, in pratica monorotaie a capsule individuali che si muovono per mezzo dei pedali o dei manubri per vogatore (simili in tutto e per tutto agli attrezzi usati in palestra).

L’idea, di per sé, non è nuovissima. Ricordate lo Schweeb, la monorotaia realizzata dal neozelandese Geoff Barnett ? Ebbene, rispetto a quella idea, che peraltro aveva ottenuto l’interessamento da parte di Google (nell’ambito del Project 10 to the 100) e un premio di 1,05 milioni di dollari, lo SkyRower appare simile. Ma non troppo. Se mai, evoluto.

Merito, in questo caso, della prestigiosa paternità dell’idea, che è di Scott Olson, appunto, l’inventore dei Rollerblade e della Rowbike. Il quale, con lo SkyRower e la SkyRide Technology, ha presentato una monorotaia che, sì, si muove grazie alla forza delle gambe del “viaggiatore” che agiscono sui pedali, o delle braccia che fanno forza sui “remi”. Ma, in più, viene aiutata grazie a una “pedalata o bracciata assistita” per mezzo di pannelli solari.

Il risultato, eccolo: un mezzo di trasporto completamente eco friendly, innovativo, dalle tantissime applicazioni pratiche. E, si spera, economico. Olson durante la conferenza internazionale ha illustrato ai ricchissimi notabili dell’Emirato le potenzialità di questa monorotaia.

skyrower_skybike_UNWbY_7071

Sembra, infatti, da indiscrezioni, che da quelle parti ci sia un certo interesse per impiantare una linea di monorotaia SkyRower a Masdar City. La mobilità personale del futuro sarà davvero questa?

Piergiorgio Pescarolo

Per maggiori informazioni clicca qui

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook