Roma: la talpa ‘Filippa’ della Metro C verrà interrata con tanto di ‘funerale’

metro roma funerali

È morta la talpa “Filippa che no, non è un animale, ma l’escavatrice utilizzata per scavare i tunnel della metro C tra il Colosseo e piazza Venezia, Roma, anche se qui non ha fatto in tempo ad arrivarci, “deceduta” sotto via dei Fori Imperiali, dove verrà sepolta.

E dopo di lei la stessa fine è prevista per una seconda TBM, (Tunnel Boring Machine), come si legge sul sito del Consorzio Metro C di Roma:

“In linea con quanto previsto nel programma delle attività trasmesso agli enti competenti il 21 ottobre la TBM operante sul binario dispari ha completato le attività di scavo previste fino al termine della tratta in corso di realizzazione. Attualmente si sta procedendo alla cementazione della suddetta TBM. La seconda TBM (binario pari) sta ultimando le attività di scavo nei tempi previsti dal programma e a seguire verrà tombata con le medesime modalità della prima”.

Per celebrare la triste scomparsa è stato realizzato un ironico manifesto funebre che annuncia la funzione dedicata all’escavatrice, in circolazione sui social, con tanto di data del funerale, previsto il 19 novembre alle ore 18 in Piazza della Madonna di Loreto. Ovviamente vestiti a lutto!

Ma cosa ha impedito alla talpa di “sopravvivere“? Problemi amministrativi ma anche ingegneristici, perché non è stato ancora completato l’iter per approvare e finanziare il tratto, motivo per cui le due talpe non possono procedere con i lavori. Ma essendo pericoloso lasciarle ferme per possibili smottamenti del terreno, si è deciso di interrarle per sempre, come si legge su romatoday. Anche perché l’estrazione non è al momento possibile, vista la loro posizione attuale. A nulla sono servite le allerte, ormai le due talpe faranno la stessa fine.

Il grosso problema è rappresentato dal denaro che si è speso inutilmente per portare avanti un progetto non concluso, per non parlare del rischio di accumulare ennesimi ritardi sul completamento della tratta, che potrebbe essere ripresa solo partendo dall’altro capo, da piazzale Clodio verso il centro, cosa che sembra facile a dirsi ma non lo è certamente a farsi, anche sotto il profilo economico. E sotto il profilo ambientale non va meglio perché tonnellate di ferraglia rimarranno sotto terra insieme alle rovine, un’assurdità!

Ti potrebbe interessare anche:

Paura in metropolitana a Roma: a Barberini una scala mobile si è accartocciata su se stessa

Laura De Rosa

Photo Credit: Facebook e Metrocspa

Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Coop

Le bottigliette d’acqua riciclate del Jova Beach Party diventano t-shirt sportive

Caffè Vergnano

Regali di Natale: un’idea personalizzata e green per la persona che ami

Hello Fish!

Preservare i nostri mari un passo alla volta, a partire dalla stagionalità del pesce

Salugea

Come fare incetta di vitamina D in inverno per evitare una carenza

Seguici su Instagram
seguici su Facebook