La macchina mangia bottiglie di plastica in cambio di biglietti gratis si è già bloccata

Primi intoppi a Roma, per i distributori automatici che permettono ai passeggeri di viaggiare gratis in metro riciclando la plastica. Due giorni di attività e già diverse segnalazioni: due su tre hanno problemi tecnici, ma il problema è l’errato conferimento.

Vi avevamo già spiegato come funziona questa bellissima iniziativa che fa bene all’ambiente e alle nostre tasche: basta inserire nella macchina una bottiglia di plastica per ricevere un bonus automaticamente versato nel borsellino virtuale dell’app B+. Con l’accumulo di punti, si arriva a quota trenta bottiglie, necessarie per ottenere il famoso biglietto gratis.

Entusiasmo da parte dei cittadini che hanno subito preso la palla al balzo, peccato però che sono arrivate anche tante segnalazioni di macchine inceppate e fuori uso per qualche tempo. Il primo caso nella metropolitana di Cipro, a due passi dal Vaticano, l’altro a San Giovanni: qualcuno prova a inserire una bottiglia di plastica ma sul display compare la scritta fuori uso e con necessità di intervento del personale addetto.

Secondo Atac, questo disservizi si creano perché le bottiglie non vengono conferite in maniera corretta. Ricordiamo che non vanno schiacciate, ma inserite intere e provviste di tappo per evitare che la macchina si blocchi. La situazione è poi tornata alla normalità per la gioia di chi aveva portato con sé le bottiglie da smaltire.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
TuVali.it

150+ corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ (in collaborazione con GreenMe)

Mediterranea

Come prendersi cura delle mani dopo lavaggi frequenti

Izanz

Piretro: l’insetticida naturale contro le zanzare

Deceuninck

Finestre e serramenti in ThermoFibra: cos’è e quali sono i vantaggi della loro installazione

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook